Google Pixel 6 e 6 Pro: Gboard rilascia l’ultima funzionalità. E’ molto utile e intuitiva

Google ha messo diesel per i suoi Pixel 6. Partiti in sordina e con molti problemi che hanno fatto infuriare gli utenti, da Mountain View sono corsi ai ripari, ottimizzando l’esperienza degli smartphone, inserendo nuove funzionalità.

La serie Pixel 6 è plasmata sugli stessi software, più o meno, degli altri telefoni Pixel di Google, ma ci sono alcune funzionalità esclusive. Uno di questi è stata la correzione grammaticale in Gboard, che ha contribuito a rendere i messaggi degli utenti un po’ più simili a frasi reali. Da Mountain View hanno implementato la release anche su altri cellulari Pixel.

Google Pixel 6 20220221 cell
Google Pixel 6, nuove funzionalità – Adobe Stock

Stiamo lanciando una funzione di correzione grammaticale integrata direttamente in Gboard”. Così Big G in un post ufficiale. “Pixel 6 funziona interamente sul dispositivo per preservare la privacy – si legge in una nota ufficiale – rilevando e suggerendo correzioni per errori grammaticali mentre l’utente sta digitando”.

Correttore grammaticale ma non solo: un’altra funzione a sorpresa per i Google Pixe 6 e 6 Pro

Google Pixel 6 20220221 cell 2
Google Pixel 6 – Adobe Stock

Per il momento la correzione grammaticale era disponibile solo in inglese, ma dal colosso californiano hanno già fatto sapere che è loro intenzione utilizzare anche altre lingue, perché no l’italiano. Tant’è. Era già possibile abilitare la funzione su altri telefoni modificando il file build.prop in Android (che richiede il root) ma adesso è molto più semplice, intuitivo e soprattutto ufficialmente disponibile su alcuni telefoni Pixel meno recenti.

LEGGI ANCHE >>> Tutte le novità di WhatsApp nell’ultima settimana

BinkReddit sul subreddit di Google Pixel ha rilevato che la funzione era stata rilasciata sul proprio Pixel 5, Android ha confermato che funzionava sui telefoni Pixel 5a e 3a (su Gboard beta 11.4.08) e 9to5Google l’ha trovata su un assortimento di Pixel 5 e 4a telefoni.

LEGGI ANCHE >>> OPPO A76, uno smartphone low cost solo nel prezzo: in arrivo a meno di 200 euro

Una funzionalità, comunque, soggettiva e rimovibile. Se un utente non vuole che tutti i suoi messaggi siano frasi corrette, ha il potere comunque disattivare la funzione seguendo un semplice percorso: basta andare sulle su impostazioni di Gboard, toccando il pulsante delle impostazioni in Gboard è un modo per arrivarci, e trovando il pulsante nella sezione “Correzioni”.

Il correttore grammaticale non l’unica funzionalità rilasciata dal colosso di Mountain View. Google, infatti, ha appena lanciato un aggiornamento software a sorpresa per Pixel 6 e Pixel 6 Pro, al di fuori delle solite patch di sicurezza mensili.

L’aggiornamento aggiunge alcune correzioni di sicurezza dal livello di patch di febbraio che non erano stati rilasciate in precedenza: include anche una libreria HAL HAL APEX e Samsung RIL HAL aggiornata. Niente di rivoluzionario, ma dopo gli aggiornamenti buggy, avanti il prossimo.