Google Foto ha appena rimosso una delle funzionalità più utilizzate dagli utenti

Nelle scorse ore, pare che Google Foto abbia rimosso la possibilità di utilizzare una delle feature maggiormente apprezzate dagli utenti

Lo scorso novembre 2021, Google ha introdotto per il suo servizio Foto una feature utilissima e utilizzata su larga scala dagli utenti. Stiamo parlando della possibilità di inviare video con Messaggi non sotto forma di MMS, ma direttamente tramite Foto. Un vero e proprio caricamento di video sul cloud con invio tramite link, ma non solo.

google foto 20220220 cellulari.it
Novità per gli utenti di Google Foto. È stata rimossa una funzione introdotta lo scorso novembre (Adobe Stock)

Perché c’era anche la possibilità di inviare immagini provenienti da Google Foto, sempre tramite l’app Messaggi. A quanto pare, nelle scorse ore l’azienda di Mountain View ha deciso di fare dietrofront in questo senso, rimuovendo la feature. Non è chiaro se si sia trattato di una scelta temporanea o di una decisione definitiva.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Digitale Terrestre, l’8 marzo (ma non solo) s’avvicina. Cosa succede a RAI, Mediaset e agli altri canali

Google Foto rimuove l’integrazione totale con Messaggi

google foto 20220220 cellulari.it
Ci sarà meno integrazione con l’app Google Messaggi (Adobe Stock)

Almeno per il momento, non è più possibile inviare foto e video tramite Messaggi sfruttando il servizio Google Foto. La stessa Big G non si è ancora espressa ufficialmente a riguardo, e potrebbe dunque trattarsi di un bug piuttosto che una decisione definitiva. La pagina di supporto di Big G continua a far riferimento alla possibilità di inviare video più nitidi, mentre non si parla più di foto. Non è da escludere che, dopo attenti studi, sia emerso che pochi utenti abbiano fatto uso dell’opzione nelle settimane passate, optando così per la rimozione.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Xiaomi, galeotta quella svista: così sarà il POCO X4 Pro 5G

Sicuramente emergeranno maggiori informazioni in merito nelle prossime settimane. Già in passato era stato affrontato dalla stessa Google il problema legato alla compressione video che attua il protocollo MMS. Si era deciso di optare per il protocollo RCS, pensato per sostituire gli SMS e arricchirli di funzionalità multimediali. Non resta che attendere e vedere come deciderà di muoversi il gigante di Mountain View in questo senso.