Google contro gli annunci pericolosi: nuova manovra anti app spyware

Continua la battaglia di Google contro gli annunci pericolosi. L’azienda ha da poco dato il via ad una nuova manovra anti truffa

google
Google continua a lavorare per rimuovere annunci potenzialmente pericolosi (Adobe Stock)

Così come per le piattaforme di messaggistica, anche (e soprattutto) Google è da tempo un enorme calderone di possibili truffe e fake news. Proprio in tal senso, l’azienda di Mountain View sta da tempo lavorando per ripulire le proprie pagine e salvaguardare gli utenti.

Intervistato da TechCrunch, un portavoce di Big G ha infatti annunciato che sono stati rimossi diversi annunci “stalkerware” che violavano le sue politiche. Nello specifico, venivano promosse app che incoraggiavano i potenziali utenti a spiare il telefono dei loro coniugi. Queste app spyware vengono spesso vendute ai genitori che desiderano monitorare chiamate, messaggi, app e foto dei propri figli. Ma non solo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Apple, ennesima falla nella sicurezza di iPhone e iPad: scaricate subito l’update

Google ha rimosso annunci “stalkerware”: tutti i dettagli

Google Pixel Fold uscita
I dettagli sull’ultima manovra anti app “stalkerware” (AdobeStock)

Negli ultimi anni, si è registrato un importante aumento dell’uso dei cosiddetti “stalkerware”. Questi hanno provocato una risposta a livello di settore pe combattere la diffusione delle app di monitoraggio del telefono. Sono stati per primi i produttori di antivirus a lavorare per rilevare in maniera più efficace questi ultimi, con le autorità federali che stanno invece prendendo provvedimenti contro i produttori di spyware che espongono ulteriormente le loro vittime a minacce di sicurezza. Lo scorso agosto, Google ha deciso di vietare ufficialmente gli annunci nei risultati di ricerca degli utenti che promuovono app progettate: “Con lo scopo esplicito di tracciare o monitorare un’altra persona senza la sua autorizzazione“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> WhatsApp, la versione beta rivela una feature inattesa: in arrivo un nuovo social?

Secondo quanto riferito da TechCrunch, però, cinque produttori di app stavano ancora pubblicizzando i propri software stalkerware fino alla scorsa settimana. “Non consentiamo annunci che promuovono spyware per la sorveglianza dei partner. Abbiamo immediatamente rimosso pubblicità che violavano questa politica, e continueremo a tenere traccia dei comportamenti emergenti. L’idea è quella di impedire ai malintenzionati di tentare di eludere i nostri sistemi di rilevamento” ha spiegato un portavoce di Google a TechCrunch.