Google Chrome, come gestire più schede insieme: la feature nascosta

Se solitamente lasciate aperte tante schede contemporaneamente su Google Chrome, c’è una nuova funzionalità che ve le farà gestire

Tra i browser più utilizzati al mondo, c’è sicuramente Google Chrome. Questo permette infatti di svolgere una serie di funzionalità uniche ed esclusive, soprattutto grazie alle tante estensioni disponibili gratuitamente e per tutti. Oltre a questo, il browser di Big G garantisce una velocità d’utilizzo che pochi nella concorrenza hanno.

Tantissime le novità in arrivo e pensate dagli sviluppatori stessi del colosso di Mountain View. Tra queste, c’è una nuova feature pensata esclusivamente per chi è solito tenere aperte molte schede contemporaneamente. Attivandola, il browser creerà dei sottogruppi per rendere il tutto più accessibile con pochi click. Ecco cosa fare per sfruttare al meglio lo strumento messo a disposizione di tutti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> iPhone 13 con i brevetti avanzati di Apple: perde tasti e lightning- VIDEO

Google Chrome, come attivare la gestione delle schede

google chrome
Ecco come attivarla in maniera veloce e gratuita (reddit.com)

Se siete tra coloro che utilizzano Google Chrome e siete soliti tenere aperte più schede contemporaneamente, questa nuova feature nascosta potrebbe fare al caso vostro. Da poco, infatti, il colosso di Mountain View ha reso disponibile un nuovo strumento che permette di raggruppare più pagine in alcuni sottogruppi, così da rendere il tutto più facilmente accessibile e senza creare troppa confusione. Per attivarla, c’è una procedura “nascosta” da seguire e in pochi click sarà possibile sfruttare la funzionalità aggiuntiva.

Bisogna innanzitutto aprire una nuova scheda del browser e recarsi in “chrome://flags“, abilitare i flag “Tab Groups Auto Create” e “Tab Groups” e poi riavviare Google Chrome. Fatto ciò, sarà il programma stesso a creare sottogruppi automatici che renderanno le varie schede aperte maggiormente visibili. Al momento in fase di sperimentazione e non ancora completa, la feature sarà presto resa ancor più performante.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Smartphone, ecco come utilizzarlo nel modo più corretto