Falsa campagna pubblicitaria di Clubhouse su Facebook: è un virus

C’è una falsa campagna pubblicitaria che sta spopolando su Facebook di Clubhouse. Ma è tutto assolutamente falso.

Clubhouse
Falsa campagna pubblicitaria di Clubhouse su Facebook (Screenshot)

Clubhouse è una di quelle nuovissime realtà che sta veramente spaccando tutto. Infatti sono milioni le persone che vogliono migrare su questo nuovissimo social network lanciato da qualche mese, che ha avuto l’incredibile abilità di creare un interesse davvero incredibile attorno a sé. Infatti parliamo di una di quelle realtà che è letteralmente esplosa, convincendo titani del mondo della tecnologia come Bill Gates, Elon Musk e Mark Zuckerberg a tenere delle discussioni su proprio questo tipo di social. Proprio la crescita enorme di queste settimane ha dato vita a delle indiscrezioni che parlano di Twitter interessata all’acquisizione di Clubhouse, con un’offerta da ben 4 miliardi di dollari disponibile ora, sul tavolo. Ma quello di cui vi vogliamo parlare ora è quanto sta accadendo su Facebook.

LEGGI ANCHE >>> Music Information Retrieval: come il calcolatore elabora la musica – VIDEO

Falsa pubblicità di Clubhouse: Facebook pieno di virus

Facebook
Facebook (Pixabay)

Negli ultimi giorni molti stanno segnalando una stranissima campagna pubblicitaria che continuamente vedono nella propria home di Facebook. Parliamo di una campagna pubblicitaria volta a far installare Clubhouse. Ovviamente si tratta soltanto di una truffa. Degli hacker hanno costruito una piattaforma, assolutamente falsa, che sembra proprio Clubhouse, e quindi hanno creato una campagna pubblicitaria su Facebook.

LEGGI ANCHE >>> Samsung premiata per il miglior rapporto qualità-prezzo

Vi basterà immettere tutti i dati che sono richiesti negli appositi posti ed ecco che avrete regalato volontariamente i vostri dati ad un gruppo di malfattori pronti a fare danni con tutte le vostre credenziali. Soprattutto a voi. Fate molta attenzione e se volete installare Clubhouse fatelo soltanto tramite l’applicazione apposita, nell’App Store ufficiale. Perché è anche lecito ricordare che questa applicazione NON esiste ancora per Android, per il momento i verti dell’azienda stanno ancora riflettendo su questa possibilità e sulla fattibilità dell’operazione.