Facebook controllo dati personali, la sezione viene semplificata

Facebook semplifica il design della sezione di controllo dei dati personali su mobile. Questa mossa serve a snellire il processo per l’utente 

Facebook
Facebook (pixabay)

Da diverso tempo Facebook ha dato la possibilità a tutti gli utenti di controllare i propri dati inseriti all’interno della piattaforma. Nelle ultime ore è stato rilasciato un aggiornamento grafico proprio nella sezione dedicata in cui è possibile accedere alle proprie informazioni anche dalla versione Android e iOS.

Il nome di questo servizio, ossia “Accedi alle tue informazioni”, non è altro che un sottomenu. Questo è accessibile all’interno delle impostazioni situate nella voce “Le tue informazioni su Facebook”.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Parler vittima di attacco hacker: rubati 70 terabyte di dati degli utenti

Facebook snellisce la sezione del controllo dati personali

Facebook
Facebook modifica sezione controllo dati utente (screenshot about.fb.com)

Lo scopo di questo aggiornamento è quello di dividere i dati degli utenti in 8 categorie, ossia:

  • Le proprie attività su Facebook
  • Amici e follower
  • Preferenze
  • Informazioni personali
  • Informazioni registrate
  • Informazioni sulle inserzioni
  • App e siti web fuori da Fb
  • Informazioni su protezione e accesso

Ogni categoria poi è divisa in diversi menu in base alle informazioni che questi sono in grado di gestire. Da queste impostazioni è possibile controllare quali sono i post con cui si interagisce. Ma anche quali sono le persone che possono seguire un profilo e consultare tutte le informazioni ed i dati e Fb conosce su un determinato iscritto.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Insulti sui social, non è terra franca: cosa si rischia

È molto facile pensare che questo aggiornamento sia stato fatto proprio per le numerose pressioni che, nell’ultimo periodo, l’azienda di Mark Zuckerberg ha  subito. Basta semplicemente pensare a tutte le critiche fatte verso Fb che riguardano regole più stringenti imposte da Apple con iOS 14. Un’altra motivazione potrebbe essere legata al cambiamento delle condizioni d’uso di WhatsApp dei giorni scorsi.