È ancora allarme phishing: l’ultima campagna sta sfruttando la variante Omicron

Anche la variante Omicron del Covid-19 può diventare una potente arma di phishing. È quanto sta succedendo con l’ultima campagna

malware omicron 14122021 cellulari.it
Nuovo tentativo di phishing si concentra sulla variante Omicron del Covid (Unsplash)

Soprattutto nell’ultimo periodo, impazzano in rete segnalazioni varie legate a tentativi di phishing e allarme malware. I cybercriminali stanno sfruttando un momento storico tra i più incerti di sempre, con gli utenti sempre alla ricerca di informazioni e che potrebbero incappare in scomode conseguenze.

Proprio a tal proposito, i ricercatori del Bitdefender Antispam Lab hanno individuato una nuova campagna di phishing che si concentra sul Covid-19 e, più nello specifico, sulla variante Omicron. Il malware che sta venendo diffuso ruba dati bancari e potrebbe risultare letale per le vittime malcapitate.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Pieghevoli, turbo Samsung: Apple mette diesel per l’iPhone foldable

Attacco malware a tema Omicron, ora è allarme vero

malware omicron 14122021 cellulari.it
L’attacco in questione punta a rubare i dati bancari delle vittime (AdobeStock)

Stando a quanto riportato dagli esperti del Bitdefender Antispam Lab, starebbe circolando in rete un nuovo tentativo di phishing che si basa sulla variante Omicron del Covid-19. Nello specifico, viene sfruttato il malware FormBook per rubare dati bancari ai danni delle vittime. Il tutto parte con una email inviata ai malcapitati, che si spaccia per una richiesta di controllo delle informazioni riguardanti una spedizione. Il tutto in un allegato con una fattura Proforma. Al fine di attirare l’attenzione dell’utente, i cybercriminali parlano nel messaggio delle normative entrate in vigore per combattere la variante Omicron del Covid.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Samsung Galaxy S22 sul sito ufficiale della casa e GeekBench: è lui o non è lui?

In allegato potete trovare la fattura Proforma. Il governo ha implementato nuove normative al fine di arginare la diffusione della variante Omicron. I documenti finali saranno inviati dopo la conferma definitiva delle informazioni in allegato” si legge nel testo dell’email. Ovviamente si tratta di un fake. L’allegato contiene in realtà un trojan ad accesso remoto, conosciuto poiché riesce ad eludere il rilevamento. Con esso, i criminali diffondono il malware FormBook e sono in grado di rubare informazioni bancarie al malcapitato.