Diritti tv, TIM fa tremare SKY: “L’accordo con DAZN ora è ufficiale”

Mancava solo l’ufficialità, ora c’è anche quella. TIM scende in campo al fianco di DAZN per l’assegnazione dei diritti tv della prossima Serie A di calcio, triennio 2021-2024.

TIM al fianco di DAZN nella corsa ai diritti tv
TIM al fianco di DAZN nella corsa ai diritti tv

Confermate, dunque, tutti rumors che da tempo aleggiavano sulla partnership DAZN-Tim per sconfiggere SKY, che nei giorni scorsi si era accaparrata i diritti tv di Champions, Europa e Conference League, sempre per il triennio 2021-2014.

TIM conferma tutto: la nota ufficiale

TIM-DAZN, partnership per i diritti tv della Serie A (Adobe Stock)
TIM-DAZN, partnership per i diritti tv della Serie A (Adobe Stock)

“Con riferimento alle indiscrezioni di stampa, relative a un accordo tra TIM e DAZN per la distribuzione in streaming delle partite di serie A nelle prossime tre stagioni, TIM precisa che: non è tra i partecipanti alla gara indetta da Lega Calcio per l’assegnazione dei diritti televisivi per il triennio 2021/2024”.

La nota ufficiale di TIM prosegue con il sì riguardo alle indiscrezioni rivelate da Bloomberg nei giorni scorsi e rilanciate in seguito dai più importanti organi di stampa.

LEGGI ANCHE >>> TikTok elimina gli account dei minori che mentono sull’età

“TIM ha sottoscritto un’intesa volta a integrare l’accordo di distribuzione già in essere, anche nei termini economici, condizionata all’aggiudicazione a DAZN della gara di cui sopra”.

La nota continua: “Ai sensi dell’accordo, TIM si qualificherebbe come operatore di telefonia e Pay Tv di riferimento per l’offerta dei contenuti di DAZN in Italia nonché per la partnership tecnologica. La collaborazione partirebbe da luglio 2021 e comprenderebbe tutta l’offerta di contenuti sportivi live e on demand di DAZN”.

LEGGI ANCHE >>> Digitale Terrestre, annunciate tante novità: risintonizzazione necessaria

Sempre secondo Bloomberg, TIM fornirebbe a DAZN un supporto a livello di distribuzione e tecnologico, oltre a un finanziamento da circa 1 miliardo di euro complessivo. TIM così fornirebbe circa 340 milioni annui degli 840 milioni a stagione che Dazn ha offerto alla Serie A per i diritti tv del campionato.

Il business plan della società di streaming “include un importante accordo di distribuzione con un partner leader del settore e fornirà ulteriore supporto anche dal punto di vista finanziario”, ha scritto DAZN in una lettera riservata inviata alla Serie A l’8 febbraio.

SKY ha offerto di più: 505 milioni da versare entro tre giorni dall’assegnazione, 130 milioni della rata di maggio-giugno 2020 non versata e oggetto di una causa a Milano, più 375 milioni pari a metà dei 750 milioni offerti per la stagione 2021-22.

Ma DAZN ha aspramente criticato la riformulazione dell’offerta di Sky, mandando già una lettera ufficiale. La Lega si riunirà venerdì prossima e prenderà una decisione, si spera, definitiva. Che porrà fine alla corsa più pazza del mondo.