Diritti tv, i Mondiali Qatar 2022 (di nuovo) in RAI. Amazon Prime Video: sì o no?

Il futuro del calcio continuerà a passare per le tv, ma si sta sviluppando sempre più un mondo parallelo, quello dello streaming. La cartina di tornasole potrebber essere i diritti tv per i Mondiali di Qatar 2022. Pandemia e ufficialità permettendo la kermesse iridata “invernale” (21 novembre-18 dicembre) si potrà vedere, così come i prossimi Europei in RAI. Ma chissà se su Amazon Prime Video, che in tal caso bisserebbe la Champions.

Stadio mondiali (Adobe Stock)
Stadio mondiali (Adobe Stock)

La RAI si sarebbe aggiudicata il bando FIFA, nel particolare il pacchetto B1, quello delle “prime scelte”, delle 28 gare – in esclusiva – comprese le semi e finali. Il secondo pacchetto, però, il B2 sarebbe andato ad Amazon Prime Video, un servizio on demand, una delle società OTT al pari di Netflix, Apple TV+, HBO Max, Hulu, Peacock e Disney+.

Diritti tv, pluralismo e mondi paralleli

Mondiali del Qatar su Rai e Amazon(Adobe Stock)
Mondiali del Qatar su Rai e Amazon(Adobe Stock)

Per la RAI, dunque, si tratta di un gradito ritorno dopo la rinuncia del 2018 – che coincise con il clamoroso tonfo dell’Italia targata Ventura – quando i mondiali di Russia, vinti dalla Francia (4-2 contro la Croazia) furono trasmessi da Mediaset, stavolta sfilatasi dal bando assieme a Sky.

LEGGI ANCHE >>> Music Information Retrieval: come il calcolatore elabora la musica – VIDEO

Amazon Prime Video, nello specifico, trasmetterebbe 36 partite, ma fino a un certo punto “seconde scelte”, visto che sarebbero comprese le semifinali e anche le finali. Il pluralismo televisivo è servito, FIFA permettendo. Così come i mondi paralleli: un po’ in tv un po’ in streaming.

LEGGI ANCHE >>> Facebook lancia Hotline: come funziona la nuova piattaforma social

La Serie A, per il prossimo triennio, è passata in mano di DAZN, che trasmetterà sette gare in esclusiva a giornata e tre in co-esclusiva, ancora non si sa chi sarà l’alternativa visto che la Lega dovrà aprire un nuovo bando dopo il no a SKY. Che potrebbe trasmettere la Serie B, al netto del successo nella corsa ai diritti tv cadetti, dove però parteciperà anche DAZN.

La Champions League è spacchettata. Centoventuno partite su 137 saranno su SKY, in compagnia di Mediaset e Amazon, che hanno acquistato alcuni pacchetti della celeberrima Coppa con le Orecchie: una ne ha prese 121 di cui 17 in chiaro finale compresa, l’altra ne possiede in esclusiva 16, le migliori del mercoledì. Europa e Conference League in mano a SKY: già, un po’ in tv, sempre più in streaming.

Tutto sembra deciso, ma il Sole 24 Ore insinuerebbe più di un dubbio sull’entrata in scena di Amazon Prime Video nella prossima kermesse iridata quatariota. Ecco quindi la seconda ipotesi che si fa largo: la Rai potrebbe trasmettere tutti i prossimi Mondiali in Qatar. Meglio aspettare la nota della FIFA.