Diritti Serie A, TIM e DAZN cercano l’accordo: cosa potrebbe cambiare

Ad un anno dalla partnership siglata, TIM e DAZN stanno lavorando per trovare un nuovo accordo per la trasmissione della Serie A. Ecco cosa potrebbe cambiare

Un vero e proprio scossone quello avvenuto ormai più di un anno fa, quando è stata annunciata l’acquisizione dei diritti TV per trasmettere tutte e 10 le partite di ogni giornata di Serie A su DAZN. Dopo una partnership ventennale, Sky si è vista obbligata a dire addio all’esclusività e si è “accontentata” di 3 partite a settimana.

tim dazn 20220605 cellulari.it
TIM e DAZN sono a lavoro per trovare un nuovo accordo per la trasmissione della Serie A il prossimo anno (Adobe Stock)

Un tassello fondamentale in questo puzzle è rappresentato dall’accordo tra TIM e DAZN, siglato sempre l’anno scorso per trarne benefici nell’immediato in merito di acquisizione di clienti. Ora però si è tornati punto e da capo, con le due aziende sul tavolo delle trattative per arrivare ad un nuovo accordo.

TIM e DAZN, ecco il punto sulla trattativa ancora in corso

tim dazn 20220605 cellulari.it
Ecco tutti i dettagli in merito alla trattativa e i possibili risvolti futuri (Adobe Stock)

Stando a quanto emerso, la trattativa tra TIM e DAZN per proseguire con la partnership risulta essere piuttosto complicata. Le due compagini stanno lavorando per arrivare ad un nuovo accordo, nonostante l’effetto della collaborazione non sia stato quello previsto lo scorso anno. A rendere più complicata la negoziazione c’è la difficoltà nel quantificare il valore dell’applicazione, che ha un senso commerciale. Il numero di abbonati non è mai effettivamente decollato, e c’è il problema pirateria che continua ad essere tema di discussione.

Una delle idee è quella di limitare la doppia utenza, che però andrebbe a comportare lo scioglimento dell’esclusiva su TIM Vision per l’app di DAZN. In tutto questo scenario, ci sono altri possibili partner che sono alla finestra. Amazon si è ormai chiamata fuori, mentre Sky sta aspettando di capire come si evolve la situazione. L’obiettivo è arrivare ad un accordo con TIM, ma non sono da escludere clamorose ipotesi da qui all’inizio della prossima stagione sportiva. Non rimane che attendere e capire in che modo si arriverà ad una conclusione e chi ne trarrà benefici nell’effettivo.