Digitale Terrestre, ecco come impostare la numerazione ufficiale dei canali

Lo switch off del Digitale Terrestre al DVB-T2 si avvicina. Ecco come impostare la numerazione ufficiale dei canali

Entro il 2023, il Digitale Terrestre completerà quella che si prospetta una vera e propria rivoluzione. Con lo switch off allo standard DVB-T2, tutta l’offerta gratuita verrà proposta in alta definizione e con ancora più canali disponibili. Per agganciare le novità, tuttavia, viene richiesto un decoder o una Smart TV di ultima generazione.

digitale terrestre 20220224 cellulari.it
Ecco cosa bisogna fare per avere la numerazione ufficiale dei canali sul Digitale Terrestre (Unsplash)

Nel corso delle ultime settimane ci sono già stati diversi cambiamenti a tal proposito, sia a livello nazionale che regionale. Spesso è necessario effettuare la ricerca dei canali, così da avere tutte le novità a portata di telecomando.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Apple, save the date: la data più probabile di uscite dell’iPhone pieghevole

Digitale Terrestre, come avere la numerazione ufficiale dei canali

digitale terrestre 20220224 cellulari.it
In allegato la lista con tutti i LCN assegnati alle varie emittenti disponibili gratuitamente (Pixabay)

Per avere la numerazione ufficiale dei canali sul Digitale Terrestre, vi consigliamo innanzitutto di cliccare su questo link per scaricare il PDF con l’elenco stabilito. Nella tabella non si trova solo il nome dei vari fornitori e il marchio dei relativi canali, ma anche la numerazione LCN che gli è stata assegnata. Bisogna innanzitutto effettuare la risintonizzazione delle emittenti in maniera automatica. Vi basta aprire il menu della vostra televisione e andare su ricerca canali. Potrebbe però essere necessario modificare manualmente la numerazione, così da averla come da programma.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Samsung, i Galaxy S22 non nascono sotto una buona stella: un altro problema sull’Ultra

Per fare ciò, non dovete far altro che andare nelle impostazioni e scegliere la seconda opzione dei canali. In questo caso però dovrete anche inserire la banda di frequenza prestabilita dalle emittenti e di cercare soluzioni esatte. Il consiglio che vi diamo è di attenervi alla ricerca automatica già disponibile di default sulle varie apparecchiature a disposizione, così da non rischiare di perdere alcune delle vostre emittenti preferite. Il tutto in attesa che vengano messe in atto ulteriori modifiche volte a rendere più agevole lo switch off al DVB-T2.