Digitale Terrestre col DVB-T2 e frequenze 700 Mhz 5G: tutte le date da sapere

Manca sempre meno allo switch off del Digitale Terrestre al DVB-T2 e al rilascio delle frequenze 700 Mhz per il 5G. Ecco tutte le date da sapere

digitale terrestre
Il Digitale Terrestre si prepara allo switch off a DVB-T2, ecco tutte le date da sapere (Adobe Stock)

Se ne parla da ormai qualche anno, con la dead line che si avvicina a vista d’occhio. A breve, il Digitale Terrestre accoglierà una vera e propria rivoluzione, con lo switch off definitivo allo standard DVB-T2. Una scelta legata all’insediamento del 5G e alla necessità di avere frequenze a 700 Mhz per garantire un servizio sempre più completo e a copertura nazionale.

Per ciò che riguarda la televisione gratuita, ci saranno ancora più proposte – sia regionali che nazionali – e aumenterà la qualità di visione. Motivo per il quale molti italiani sono costretti a cambiare il proprio apparecchio, che sia una TV o un decoder. Il Governo ha tracciato una road-map ben precisa, con date da segnare sul calendario per sapere quando il cambiamento diventerà effettivo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Accordo tra i potenti contro Amazon, Facebook e altri giganti del Web: via alla tassazione delle multinazionali

Digitale Terrestre e nuove frequenze 5G, tutte le date da sapere

digitale terrestre
Il passaggio verrà definito il 30 giugno 2022 (Adobe Stock)

Con l’assegnaizone delle frequenze 700 Mhz per il 5G, nel corso dei prossimi mesi il Digitale Terrestre subirà una vera e propria rivoluzione e completerà lo switch off al DVB-T2. La prima data da segnarsi sul calendario è il 1 settembre 2021, quando verranno avviate le r-sintonizzazioni progressive per l’attuazione del Piano Nazionale di Assegnazione Frequenze. Gli utenti dovranno sintonizzare i canali molto più spesso del solito, così da agganciare le novità. Fino al 31 dicembre 2021, saranno interessate l’Area 2 (Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia) e l’Area 3 (Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna). Dal 1 gennaio 2022 al 31 marzo 2022 toccherà all’Area 1 (Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna) e si chiuderà con l’Area 4 (Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna) dal 1 aprile 2022 al 20 giugno 2022.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>>  Apple, a tutta mini-LED: così Cupertino rivoluzionerà i suoi dispositivi 2022

Inoltre, già dalla fine di quest’anno dovrebbe avvenire anche l’attivazione della nuova codifica MPEG-4. Il prossimo 1 settembre cambierà lo standard di compressione e codifiche, mentre dal 21 al 30 giugno 2022 avverrà lo switch off definitivo al DVB-T2.

Ricordiamo che il MiSE ha da tempo lanciato un Bonus TV del valore massimo di 100 euro, erogabile a tutti i cittadini senza alcun limite di ISEE e fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Sarà possibile richiederlo sotto forma di sconto al momento dell’acquisto, e c’è tempo fino al 31 dicembre 2022.