Digitale Terrestre e bonus TV: acquistati oltre 300mila dispositivi

Digitale Terrestre, il bonus TV lanciato dal Governo sembra funzionare. Secondo i primi dati, sono già stati acquistati 300mila dispositivi

Il Digitale Terrestre è pronto alla rivoluzione definitiva, con lo switch off a DVB-T2 che obbligherà milioni di utenti a cambiare il proprio decoder o TV. Proprio per questo motivo, esattamente un anno fa il Governo ha lanciato un bonus utile per l’acquisto di nuovi dispositivi: il bonus TV.

I numeri sono molto positivi, a dimostrazione di come il tutto stia funzionando come previsto. Oltre 300mila nuovi device sono stati acquistati nel giro degli ultimi 12 mesi, per un totale di circa 15 milioni di euro erogati dalle casse di Stato. Ricordiamo che la misura resterà valida fino al prossimo 2022, e consentirà di ottenere un contributo pari a 50 euro per l’acquisto di un nuovo decoder o TV che permetta di sfruttare il nuovo standard DVB-T2.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp e truffe, la particolare richiesta che trae in inganno

Digitale Terrestre, come sfruttare il bonus TV

digitale terrestre
I dati forniti dal Ministero dello Sviluppo Economico (Adobe Stock)

Se ancora non eravate a conoscenza del bonus TV, il suo utilizzo è molto semplice. Come è già noto da tempo, nel corso dei prossimi mesi il Digitale Terrestre subirà un’importante rivoluzione con lo switch off al nuovo standard DVB-T2. Questo obbligherà gli utenti a cambiare TV o decoder e, proprio in questo senso, il governo da un anno contribuisce all’acquisto del nuovo dispositivo con un bonus pari a 50 euro.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> 5G e innovazione spinta dei laboratori di Ericsson in Italia

Secondo i dati diffusi dal Ministero dello Sviluppo Economico, solamente nell’ultimo anno 300mila device sono stati acquistati anche grazie al contributo dello Stato. Inoltre, pare che il trend sia in crescita mese dopo mese, con l’unica eccezione di marzo ed aprile (in pieno periodo lockdown).