Cos’è Google MUM, il nuovo motore di ricerca intelligente che rivoluzionerà il Web

Il motore di ricerca Google MUM basato sull’intelligenza artificiale sostituirà presto il modello corrente: funzionerà come una vera e propria rete neurale, ed è già in dirittura d’arrivo sui dispositivi.

Google
(Unsplash)

Da qui a poco cambierà il nostro modo di fare le ricerche online: arriva MUM, Multitask Unified Model, in italiano “modello unificato di operazioni di multitasking”, il nuovo motore di ricerca che sta per essere lanciato da Google e che comprenderà meglio le nostre ricerche rendendole più dettagliate e precise. Il merito è tutto di un nuovo modello sviluppato dal colosso di Mountain View, progettato a comportarsi in maniera simile al cervello umano con l’aiuto dell’intelligenza artificiale.

L’algoritmo si basa sui nodi di una rete neurale, ognuno dei quali è un punto di decisione da cui passerà la ricerca. Dal tipo di richieste che facciamo e dalle parole digitale, MUM apprende cosa esattamente vogliamo sapere, analizzando non soltanto i testi, ma anche immagini e i video.

LEGGI ANCHE >>> I Google Pixel hanno una nuova funzione super per la sicurezza degli utenti

Google MUM
Un’anteprima di Google MUM (Google)

Il capo degli sviluppatori di MUM, Pandu Nayak, spiega al Financial Times come il nuovo motore di ricerca potrà rispondere meglio alle domande poco chiare degli utenti, fornendo risultati molto più precisi senza bisogno di digitare più domande ed incrociare successivamente le informazioni ricevute. Sopratutto perché è mille volte più potente di modello precedente, Bert (Bidirectional Encoder Representations from Transformers), ed addestrato in 75 lingue diverse. La risposta così generata non sarà un semplice elenco dei contenuti che corrispondono alle parole chiave, bensì, in corrispondenza di una domanda più complessa, è in grado d fornire un risultato paragonabile ad un parere di un esperto. Con MUM le nostre ricerche online saranno più più veloci e precise, ma non soltanto: non è l’unica novità che arriverà sui nostri dispositivi nei prossimi mesi.

LEGGI ANCHE >>> iPhone 13 con le cuffiette incluse? È tutto vero, ma solo in un Paese

Google apporterà delle migliorie a Google Lens, app già lanciata nel 2017, con modalità di ricerca “inquadra-e-chiedi”, utilizzabile anche in un video. Sarà possibile visualizzare risultati correlati al contenuto di un video, seppur non menzionati espressamente. Inoltre, si rinnoverà visivamente la pagina di ricerca dove troveremo la nuova funzionalità “Cose da sapere”, personalizzabile a seconda degli interessi degli utenti, che proporrà nuovi argomenti da approfondire. Infine, Google Maps darà notizie anche sulle condizioni climatiche e sugli incendi.

Attualmente in fase di test, non ci sono notizie sulla data del lancio ufficiale di MUM.