Certificato vaccinale europeo, Breton: “Disponibile in 2-3 mesi” – VIDEO

Giornata importante quella di ieri per ciò che riguarda il certificato vaccinale europeo. Il commissario Ue Thierry Breton lo ha mostrato in anteprima

certificato vaccinale europeo
Il commissario Ue Thierry Breton ha mostrato il primo certificato vaccinale europeo (screenshot Facebook)

Anche l’Unione Europea compie un grande passo per ciò che riguarda la lotta al Covid e il ritorno alla vita di sempre. Come già discusso diverse settimane fa, è nei piani della Commissione Ue instituire un certificato vaccinale europeo che permetta ai cittadini facenti parte dei Paesi Membri di spostarsi senza troppe limitazioni.

Nella giornata di ieri, il commissario Ue e capo della task force per i vaccini Thierry Breton ha mostrato il primo passaporto sanitario europeo in anteprima ai microfoni della radio francese Le Grand Jury di Rtl – Le Figaro.Sarà disponibile tra massimo due o tre mesi” le sue parole, alle quali sono seguite quelle di spiegazione del funzionamento effettivo di questo nuovo documento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, Crisanti rivela: “Anticorpi resistono fino a 9-10 mesi”

Certificato vaccinale europeo, ecco come dovrebbe funzionare

Tra 2 o 3 mesi anche i cittadini europei potranno accedere al Certificato vaccinale. Si tratta di un documento pensato ad hoc per permettere gli spostamenti nei Paesi Membri a tutti coloro che si sono sottoposti alla somministrazione del vaccino o che possono mostrare un tampone negativo più o meno recente. Verrà resa disponibile un’applicazione con un codice QR, che le autorità scannerizzeranno per verificare l’identità della persona in questione e il tipo di vaccino effettuato (o l’ultimo tampone). C’è anche la possibilità di mostrarlo in forma cartacea, per i meno “adepti”.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> L’asteroide Apophis non colpirà la Terra, la NASA rifà i calcoli

A margine dell’intervista, poi, il commissario Ue Thierry Breton ha anche dato una sua previsione su quando effettivamente si potrà uscire dal periodo più complicato. “Credo che entrò metà luglio l’Europa potrà finalmente raggiungere l’immunità di gregge, grazie alle campagne vaccinali nazionali che i vari governi nazionali stanno portando avanti senza indugi. Ancora qualche sforzo e saremo in grado di uscirne ha assicurato.

Nelle prossime settimane arriveranno sicuramente ulteriori novità relative a questo nuovo documento, che permetterà di compiere un primo importante passo verso il ritorno alla vita di sempre.