I cellulari economici non passano di moda: venduti 74 milioni di dispositivi in tre mesi

Nonostante la sfida al vertice sia su processori sempre più potenti e fotocamere quasi professionali, i cellulari economici continuano ad avere larghissima diffusione. Dai Nokia 5110 di fine anni ’90 si sono certamente evoluti, ma i telefonini “basic”, i cosiddetti feature phone, la fanno da padrona soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Parliamo di dispositivi con il classico tastierino numerico fisico e funzioni altrettanto basilari, dove il lusso risiede nella radio FM o la torcia LED.

Sebbene le vendite risultino in calo col passare degli anni, il segmento continua a registrare numeri di tutto rispetto. Secondo i dati raccolti dalla società specializzata Cunterpoint Research, solamente nel terzo trimestre del 2020 gli esemplari venduti sono stati oltre 74 milioni. E non mancano le sorprese circa i brand di maggior successo. Vediamo nel dettaglio i risultati della ricerca.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Giovani dipendenti dai social e dal web: i numeri sono allarmanti

Cellulari economici “principi” del mercato, ma Nokia si ferma al secondo posto

cellulari economici
(Pixabay)

Come detto a stupire maggiormente è la classifica dei produttori più performanti in questo particolare segmento di mercato, con marchi che con ogni probabilità il pubblico occidentale non ha mai sentito neanche nominare. Al primo posto infatti, sul gradino più alto del podio, troviamo il colosso cinese iTel Mobile, leader incontrastato dei feature phone con una quota di mercato arrivata al 24%. A seguire un grande classico, Nokia (o per meglio dire HMD Global), ferma al 14%, inseguita a sua volta da Samsung e Tecno con il 10%.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp e i messaggi anonimi: come inviarli

Alle spalle dei due brand troviamo quindi Lava, un’azienda indiana i cui dispositivi vengono venduti anche da altri marchi. Ma dove si concentra il grosso delle vendite dei cellulari economici? Le regioni in cui i feature phone riscuotono maggior successo sono Africa e Medio Oriente, nonostante anche qui le vendite continuino a calare inesorabilmente da un anno all’altro.