Cashback e la nuova trovata dei “furbetti”: bonus raddoppiato

Una nuova trovata quella dei famigerati furbetti del Cashback, che punta a raddoppiare il bonus finale dell’iniziativa

cashback
Cashback, la nuova trovata dei famigerati furbetti (Pixabay)

Cosa ne sarà del Cashback e soprattutto del Superbonus finale da 1500 euro extra? Difficile dare una risposta al momento. Quel che è certo e che manca poco più di un mese al termine della prima fase, dopo la quale avverranno le dovute verifiche e i conteggi prima dell’erogazione dei premi previsti. La classifica finaledel Supercashback dovrebbe uscire entro il prossimo 10 luglio, tra polemiche e possibili contromosse.

Continuano infatti a far parlare i famigerati furbetti, in grado di inventarsi tecniche sempre più complicate pur di ottenere transazioni extra e scalare la classifica. Un altro obiettivo di molti cittadini italiani è quello di portarsi a casa il bonus “basico” del valore di 150 euro. Anche in questo caso, c’è una nuova trovata che è del tutto legale e che permette di ottenere il doppio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Smartphone Android più potenti, la classifica aggiornata di AnTuTu

Cashback, pagamenti con due carte di credito: l’ultima trovata dei furbetti

cashback
Pagamento diviso in due per raddoppiare il bonus finale (Pixabay)

Una nuova mossa quella inventata dai furbetti del Cashback, volta ad aumentare il numero di transazioni e ad ottenere il tanto desiderato bonus finale. Pagare una medesima spesa con più carte di credito: un trucchetto tanto semplice quanto efficace. Per fare un esempio, se marito e moglie si recano insieme al supermercato per fare la spesa possono richiedere alla cassiera di utilizzare due metodi di pagamento. Una sorta di divisione a metà dell’importo totale, così da avere registrate due opzioni in una.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Xiaomi, conferme sullo smartphone con fotocamera sotto al display

Così facendo, il rimborso del 10% avviene sia da una parte che dall’altra. Basta ripetere la stessa azione in più negozi ed il gioco è fatto. Perché accontentarsi di 150 euro quando se ne possono ottenere il doppio? È questa l’idea alla base dell’ultima trovata dei furbetti, che hanno ancora poco più di un mese per scalare le classifiche. E gli enti competenti possono fare ben poco a riguardo, in quanto si tratta di una mossa del tutto legale.