Cashback introduce una nuova regola: c’è il rischio squalifica

Nuova regola “anti furbetti” per ciò che riguarda il piano Cashback. Se lo fate, potreste essere squalificati immediatamente

cashback
Cashback, una nuova regola potrà portare alla squalifica per i “furbetti” (Pixabay)

La corsa per l’ottenimento del rimborso Cashback e soprattutto del Superbonus da 1500 euro procede a passo spedito. Mentre continuano ad esserci dubbi sull’effettivo proseguimento dell’iniziativa anche nel secondo semestre del 2021, il Ministro dell’Economia e gli enti appositi stanno valutando possibili contromisure per fermare i cosiddetti “furbetti” del Supercashback.

Vi abbiamo già parlato a più riprese dei continui metodi messi a punto da cittadini volenterosi di scalare la graduatoria in maniera poco trasparente. Dal POS direttamente sul divano alle micro-transazioni, tutte strategie che hanno fatto alzare la quota minima per posizionarsi tra i primi 100.000 utenti a numeri quasi inarrivabili. Ed è proprio per questo motivo che è stata inserita una nuova regola, che può portare anche alla squalifica.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sky Wifi ha una novità per tutti i nuovi clienti: è arrivato l’annuncio

Cashback, la nuova regola può portare alla squalifica

cashback
Ecco tutti i dettagli sulla nuova misura (Pixabay)

Il Cashback si inasprisce, e aggiunge una nuova regola “anti furbetti”. Per contrastare il fenomeno delle micro-transazioni, il Ministero dell’Economia sta valutando misure che possano rendere l’iniziativa più trasparente e accessibile a tutti. Si parla di provvedimenti che andranno a sanzionare tutti coloro che verranno beccati ad effettuare micro-acquisti ravvicinati. Se anche voi avete fatto uso della suddetta tecnica per salire in graduatoria, state molto attenti: potreste essere squalificati.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Guardare film in streaming e aiutare il tuo cinema: arriva MioCinema

A nulla serviranno i 6 mesi di sforzi e le altre transazioni registrate correttamente: è ufficialmente caccia ai furbetti! Ancora da capire come entrerà in vigore il tutto. Manca ormai poco più di un mese alla conclusione della prima fase vera e propria, e difficilmente si riuscirà a tagliare fuori tutti coloro che sono incappati nell’errore istantaneamente. È più probabile che i tagli avvengano direttamente quando verrà stilata la classifica finale.

Questo sistema verrà senza dubbio applicato non appena prenderà il via la seconda fase semestrale del Cashback. L’idea è anche quella di inserire un tetto minimo per ciò che riguarda le operazioni, al fine di dare uno stop definitivo a tutti quei cittadini che stanno attuando tecniche poco ortodosse per vincere i 1500 euro extra.