Cambiare residenza online, al via da oggi il servizio: ecco cosa fare

A partire da oggi è possibile cambiare residenza online comodamente da casa utilizzando lo SPID, CIE o CNS. Ecco i primi comuni coinvolti

Il processo di digitalizzazione avviato dalla Pubblica Amministrazione trova un ulteriore sbocco decisivo, introducendo (finalmente) un servizio che, per quanto poco rivoluzionario, rappresenta senza dubbio un cambio di marcia dirompente rispetto al recente passato: con pochi clic del mouse od una manciata di tap su uno schermo touch, sarà infatti possibile cambiare residenza online. Da Trento a Bari, il tutto comodamente da casa, senza scartoffie da firmare o passaggi astrusi che potrebbero far confondere i meno esperti con la tecnologia.

Cambiare residenza online
I primi comuni abilitati al cambio residenza online (Unsplash)

Il processo avviato dalla Pubblica Amministrazione sarà scaglionato a tappe, nell’ottica di una prima fase di acclimatamento e un consequenziale ulteriore sviluppo che si estenderà a beneficio della totalità dei comuni italiani già nell’immediato prosieguo. Il servizio del cambio di residenza online è infatti disponibile a partire da oggi, martedì 1 febbraio, in favore dei primi comuni abilitati (il cui elenco specifico è riportato in calce a questo articolo), coerentemente con la prima fase di applicazione che durerà circa due mesi. Come preannunciato in queste righe, più avanti ci sarà una estensione del servizio digitale a tutti.

Si potrà quindi cambiare residenza online e compiere, attraverso un sistema accessibile da remoto, le operazioni connesse, tra cui il cambio di residenza per il trasferimento da un qualsiasi comune, o dall’estero per i cittadini italiani iscritti all’AIRE, verso uno dei comuni abilitati al sistema digitale; ma anche il cambio abitazione sempre nell’ambito di uno dei comuni aderenti al servizio.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> I tablet sostituiranno definitivamente i PC? La previsione di Google

Cambiare residenza online: i primi comuni coinvolti

Cambiare residenza online
È possibile cambiare residenza online in pochi clic (Unsplash)

Per cambiare la residenza online occorrerà accedere al sito dell’Anagrafe Nazionale utilizzando il proprio profilo digitale (SPID, Carta d’Identità Elettronica o CNS) e seguire i passaggi a schermo, pensati appositamente per una semplificazione della procedura.

I primi comuni coinvolti e già abilitati al servizio sono stati individuati d’intesa tra il Ministero dell’Innovazione tecnologica e ANCI, e li riportiamo di seguito così come ufficializzati:

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Un powerbank in grado di caricare tutto (letteralmente): l’incredibile invenzione – VIDEO

  • Alessandria; Altamura; Bagnacavallo; Bari; Bergamo; Bologna; Brescia; Carbonia; Castel San Pietro Terme; Cesena; Cuneo; Firenze; Forlì; Laives; Latina; Lecco; Lierna; Livorno; Oristano; Pesaro; Potenza; Prato; Rosignano Marittimo; San Lazzaro di Savena; San Severino Marche; Teramo; Trani; Treia; Trento; Valsamoggia; Venezia