Bug delle app Android dedicate al tracciamento dei contagi

Un bug ha indirettamente colpito le app Android dedicate al tracciamento dei contagi, impedendone così il corretto funzionamento. Google ha già risolto il problema, ma è necessario tener conto di alcune raccomandazioni in attesa della distribuzione del fix. 

app Android contact tracing bug
Il logo Android (PixaBay)

Android Exposure Notification System, ossia la piattaforma sviluppata da Google per far funzionare le principali applicazioni che monitorano la diffusione del Covid-19 tramite il bluetooth dello smartphone (ivi incluso l’italiana Immuni), è stata afflitta due giorni addietro da un importante bug addebitato ad un malfunzionamento nel download delle chiavi di firma dai server. Il colosso del web, in una nota ufficiale rilasciata a The Verge, ha dichiarato di aver risolto il problema, precisando altresì che il fix raggiungerà la totalità degli utenti nel corso delle prossime ore, dopo esser stato al centro di copiose segnalazioni, soprattutto in Inghilterra e Olanda.

Non si tratta, ad ogni buon conto, di una problematica effettivamente trascurabile, dal momento che il bug all’Exposure Notification System impediva alle app di contact tracing di poter funzionare correttamente: oltre ad avviarsi infatti con un certo ritardo (e in alcuni casi, mostrando una fastidiosa notifica di caricamento, eliminabile a fronte di un arresto forzato o un riavvio dello smartphone), gli applicativi non riuscivano soprattutto a notificare tempestivamente all’utente una sua eventuale esposizione al virus, pur intercettando correttamente i dati con i dispositivi bluetooth sparsi nelle immediate vicinanze. Google ha comunque tenuto a precisare che nessun dato è stato perso, tantomeno quelli afferenti il tracciamento dei contatti, restando altresì a disposizione degli sviluppatori delle app Android di contact tracing al fine di aiutarli con le operazioni di ripristino del servizio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> TikTok aggiorna la privacy per proteggere gli utenti più giovani

Il suggerimento di Google in attesa del rilascio globale del fix

app Android contact tracing bug
(PixaBay)

Oltre ad aver annunciato la pronta risoluzione del problema, il colosso di Mountain View ha inteso porre alcune raccomandazioni: frattanto che il fix raggiunga tutti i dispositivi, è essenziale che gli utenti non cancellino lo spazio di archiviazione delle app Android dedicate al tracciamento dei contagi, rimedio per inciso utilizzato per poter eliminare la fastidiosa – nonché persistente – notifica riguardante il ritardo nell’avvio degli applicativi che monitorano la diffusione del Covid-19.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Twitter paga le conseguenze del ban a Trump: persi 5 miliardi in borsa