BlackBerry chiede l’intervento delle autorità di regolamentazione

Nonostante la pronta smentita dell’Ufficio Stampa, il titolo BlackBerry ieri non è riuscito a recuperare il terreno perso in Borsa, cedendo in una sola seduta quasi l’8%.

Nonostante la pronta smentita dell’Ufficio Stampa, il titolo BlackBerry ieri non è riuscito a recuperare il terreno perso in Borsa, cedendo in una sola seduta quasi l’8%. A causare il grave tonfo, le false notizie circa le cattive vendite di Z10.
Immediata la risposta del produttore canadese, che ha individuato il responsabile nel gruppo d’investimento Detwiler Fenton.
La segnalazione è già stata presentata alle autorità di regolamentazione degli Stati Uniti (SEC) e del Canada per mano del Chief Legal Officer di BlackBerry, Steve Zipperstein. Il provvedimento – sostengono i vertici della multinazionale – garantirà la giusta tutela non soltanto alla casa madre ma anche a tutti i suoi investitori.
Vi riportiamo di seguito il comunicato ufficiale con il quale la società ha esposto la dura decisione.
WATERLOO, ONTARIO – (Marketwired – 12 aprile 2013) – BlackBerry ® (NASDAQ: BBRY) (TSX: BB), leader mondiale nelle comunicazioni mobili, ha presentato una richiesta formale alla Securities and Exchange Commission e alla Ontario Securities Commission per il riesame di una relazione con informazioni false e fuorvianti circa i tassi di restituzione al dettaglio per il nuovo smartphone BlackBerry Z10.
“Le vendite di BlackBerry ® Z10 sono in linea con le aspettative ed i dati che abbiamo raccolto dai nostri partner di vendita al dettaglio e vettori dimostra che i clienti sono soddisfatti con i loro dispositivi”, ha detto il Presidente e CEO di BlackBerry Thorsten Heins. “Le statistiche di restituzione del device dimostrano che siamo al di sotto e le nostre previsioni sono perfettamente in linea con il settore. Per suggerire il contrario o è un fraintendimento grave dei dati o una manipolazione intenzionale. Tale conclusione è assolutamente senza fondamento e BlackBerry non la lascerà incontrastata”.
 
BlackBerry e Verizon Wireless, il più grande vettore statunitense, giovedì sono stati coinvolti da una ricerca svolta dalla società di investimento Detwiler Fenton che afferma come i dispositivi BlackBerry Z10 venivano restituiti in numero insolitamente elevato. Detwiler Fenton ha rifiutato di dare sia la relazione agli investitori o spiegare la sua metodologia per accertare questo, anche dopo che BlackBerry ha detto che i risultati dello studio sono “assolutamente falsi”.
 
Il Chief Legal officer di BlackBerry Steve Zipperstein ha detto: “Questi commenti sono materialmente falsi e fuorvianti e sono un danno per BlackBerry e per i nostri azionisti. Chiediamo alle autorità competenti in Canada e negli Stati Uniti di condurre un’indagine immediata. Ognuno ha il diritto alla propria opinione sui meriti dei molti prodotti concorrenti nel settore smartphone, ma quando dichiarazioni false sono fatte sostanzialmente con lo scopo di influenzare i mercati allora una linea rossa è stata superata”.