Basta cellulari ai bambini al ristorante: ecco l’iniziativa calabrese

Nell’era in cui tutti hanno un cellulare, o quantomeno ne utilizzano uno, c’è chi decide di andare contro tendenza e di aiutare a fare a meno del cellulare a tutti i costi. Soprattutto quando si tratta di bambini.

Cellulare a tavola 20220707 cell
Stop ai cellulari a tavola ai bambini – Adobe Stock

Già, perché i bambini di oggi, i cosiddetti “nativi digitali“, sono così poco abituati a divertirsi “offline” da non essere capaci di stare senza cellulare nemmeno il tempo di una cena.

Ed è proprio la cena, al ristorante, che ha costituito il “casus Belli” per cui una associazione calabrese ha deciso di attuare una campagna di sensibilizzazione a questo problema, cercando di aiutare a intrattenere i bambini a tavola con mezzi differenti da quelli tecnologici.

Tovagliette colorate al posto del cellulare a tavola

tovaglietta da colorare 20220707 cell
Tovaglietta da colorare – mammefelici.it

L’associazione di promozione sociale Officina Kids, che si occupa di attività educative per i bambini, ha stretto un accordo con il locale crotonese Ego Cafè donando una fornitura di tovagliette da colorare per cercare di evitare che i bambini si distraggano con il cellulare mentre sono a tavola.

L’idea di fornire le tovagliette da colorare è venuta alle responsabili di Officina Kids, Titti Grossi e Alessia Sisca, che si sono accordate con il ristorante Ego Cafè che si trova sul lungomare di Crotone, per fare in modo che i bambini distolgano l’attenzione dai cellulari mentre sono a tavola con i genitori che parlano con gli altri adulti.

L’abitudine di “mollare” il cellulare ai bambini mentre si è a tavola è oggettivamente molto poco comunicativa, ed è anche considerata un pessimo esempio da parte dei genitori nei confronti dei figli.

Noi adulti abbiamo il dovere di dare i giusti esempi ai più piccoli, siamo i responsabili dell’educazione delle generazioni future”. Queste le parole di Titti Grossi a proposito dell’iniziativa intrapresa con il ristorante crotonese. Le fa eco Alessia Sisca, la quale ha affermato che  “invece che affidare ad un tablet o ad un cellulare l’intrattenimento dei nostri figli, facciamoli colorare e giocare. Sarà difficile per le prime volte, ma i buoni esempi danno sempre ottimi risultati”.

Il proprietario di Ego Cafè ha aggiunto a sua volta, per parlare di questa molto lodevole iniziativa: “Abbiamo deciso di sposare l’iniziativa perché vediamo troppi bambini distratti dai cellulari a tavola e in più premieremo il disegno più bello e lo appenderemo nel nostro locale perché i bambini e le famiglie da noi sono i benvenuti“.