Apple Watch salva la vita ad un 59enne: la curiosa vicenda da Mandello

A Mandello, un uomo di 59 anni si è salvato grazie all’Apple Watch di sua figlia. Il dispositivo ha individuato una fibrillazione atriale in corso

apple watch
Un Apple Watch ha salvato la vita ad un uomo di 59 anni (Adobe Stock)

Soprattutto negli ultimi anni, i dispositivi wearable stanno ottenendo un successo senza precedenti. Impossibile non menzionare gli smartwatch, spinti dal successo iniziale di Apple Watch e che ora possono vantare un mercato assai variegato e ricco di sfaccettature.

Proprio parlando del device lanciato dal colosso di Cupertino, c’è un’interessante storia che arriva da Mandello. Un uomo di 59 anni è stato salvato proprio grazie ad una delle feature più rinomate dell’Apple Watch Series 6: il controllo del battito cardiaco. Sfruttando il sistema, è stata individuata una fibrillazione atriale in corso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Samsung, i Galaxy S22 e S22+ s’avvicinano: ancora altri dettagli su design e sensori

Apple Watch salva la vita ad un uomo di 59 anni

Evento Apple 2021 nuovi iPad
Ecco tutti i dettagli sulla vicenda avvenuta a Mandello (Screenshot Apple.com)

Ad aver avuto l’intuizione la figlia del protagonista, un uomo di 59 anni che vive a Mandello. Dopo aver avvertito un malessere, quest’ultimo ha pensato di utilizzare l’Apple Watch Series 6 di sua figlia per un rapido controllo del suo battito cardiaco. Lo smartwatch ha subito individuato un’aritmia in corso, che ha spinto l’uomo a chiamare i soccorsi e a raggiungere il primo ospedale disponibile. “Tutto è andato bene grazie alla tecnologia, mai aver pensato di dirlo. Spesso la critico, mi è capitato più volte di dire a mia figlia ‘cosa compri quelle robe lì che non servono a niente’. Poi è saltato fuori che proprio così inutili non sono, anzi! Se è andato tutto bene, lo devo a quel piccolo orologiole parole del 59enne.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Vivo Y55s si mostra in anteprima assoluta: prezzo e specifiche tecniche – FOTO

Era domenica. Dopo una tranquilla passeggiata, sono rientrato a casa. Intorno alle 18 ho iniziato ad avvertire un peso allo stomaco e mi sentivo in affatto. Mia figlia Laura si trovava con me e, per puro caso, le ho chiesto di misurarmi la saturazione dell’ossigeno con il suo Apple Watch. Non avendo notato anomalie, mia figlia ha provato con l’ECG e così ho scoperto di avere una fibrillazione atriale in corsoha poi concluso il protagonista della vicenda.