Apple vuole elevare l’utilità di iPhone e Apple Watch grazie a un sistema di rilevazione degli incidenti stradali

iPhone e Apple Watch come strumenti per rilevare gli incidenti stradali: è questo l’ultimo avanzato progetto di Apple. Ecco come potrebbe funzionare

iPhone riconoscimento incidenti stradali
L’ultimo stravagante progetto di Apple per i suoi iPhone (Unsplash)

La tecnologia intesa come potente strumento di semplificazione e di risoluzione dei problemi della quotidianità. In fondo dovrebbe essere così e l’ultimo progetto al vaglio di Apple lo dimostra pienamente. Stando a quanto riportato infatti in rete, il gigante di Cupertino sarebbe al lavoro per dotare i suoi prodotti (in particolare iPhone e Apple Watch) di un sistema di rilevamento automatico degli incidenti in auto.

Uno sviluppo in senso lato del grande tema della sicurezza, dopo i propositi di mettere in atto (con in testa Xiaomi e Google) dei meccanismi per riconoscere preventivamente i terremoti. Benché diverso, l’obiettivo di Apple è altrettanto ambizioso e punta a limitare i danni degli incidenti stradali, sfruttando tutte le potenzialità di smartphone e smartwatch. Ma come? Secondo quanto riportato da MacRumors, l’idea del sodalizio statunitense è quella di servirsi di alcuni sensori installati sui richiamati dispositivi (con particolare riguardo all’accelerometro, strumento appunto in grado di poter rilevare gli incidenti mediante l’analisi dei picchi nella forza gravitazionale) per aiutare quegli utenti che, suo malgrado, sono rimasti coinvolti in un incidente stradale.

Apple ha già testato il sistema di rilevazione degli incidenti stradali

iPhone riconoscimento incidenti stradali
Novità in materia sono attese già per l’anno prossimo? (Unsplash)

Dopo aver rilevato il sinistro, l’iPhone e l’Apple Watch vibreranno e chiederanno ad alta voce se si ha bisogno di aiuto; l’utente avrà sessanta secondi per rispondere, in caso contrario avvieranno in automatico le chiamate ai soccorsi. L’hardware come sempre farà da base al software e in questo caso pare che l’azienda rappresentata da Tim Cook abbia messo a punto uno speciale algoritmo di rilevamento degli incidenti stradali. Non si tratta di notizie aleatorie, dal momento che a giudizio della fonte, pare che Apple abbia già testato una tale funzione, in attesa di un debutto più generalizzato o quantomeno a beneficio di qualche territorio.

Novità potrebbero anche emergere con la prossime versioni di iOS e watchOS e chissà che marzo dell’anno prossimo, periodo di riferimento del lancio di iPhone SE 3 e AirPods Pro 2, non possa riservare sorprese. Ad ogni modo, è possibile che la rilevazione degli incidenti stradali e la contestuale chiamata dei soccorsi potrebbe coinvolgere in una prima fase gli Stati Uniti, per poi estendere la novità anche a beneficio degli altri paesi, con in testa anche l’Europa.