Apple rispetta la tabella di marcia. I nuovi Mac M2 ancora più performanti, ecco perché

Se il buongiorno si vede dal mattino, è meglio che non faccia mai sera. Ma Apple potrebbe fare un ulteriore salto di qualità con i suoi nuovi Mac M2, previsto a partire dal nuovo anno, con prestazioni perfino maggiori dei già ultra performanti M1 Pro e M1.

MacBook 20220628 cell
MacBook – Adobe Stock

Il colosso di Cupertino, avrebbe prenotato la capacità TSMC per i suoi imminenti processori M3 e M2 Pro a 3 nm. Lo assicura l’autorevole DigiTimes, in un rapporto incentrato sulla concorrenza tra produttori di chip come TSMC e Samsung per assicurarsi ordini di chip a 3 nm.

Come previsto, il rapporto afferma che TSMC inizierà la produzione in serie di chip a 3 nm nella seconda metà del 2022. Per cui Apple starebbe rispettando la tabella di marcia per il rilascio di quattro nuovi Mac M2: una versione Pro e una Ultra, una Max e una Extreme.

Apple, anche i nuovi Mac M2 prodotti sulla base di un processo a 3nm

Apple 20220629 cell
Apple – Adobe Stock

Già nella sua ultima newsletter, Mark Gurman di Bloomberg ha affermato che si aspetta che l’M2 Pro venga utilizzato nel MacBook Pro da 14 pollici, nel MacBook Pro da 16 pollici e in un Mac mini di fascia alta. Per quanto riguarda l’M3, invece, Gurman prevede, sempre su Power On, che il chip venga utilizzato in un MacBook Air da 13 pollici aggiornato, un nuovissimo MacBook Air da 15 pollici, un nuovo iMac e potenzialmente un nuovo MacBook da 12 pollici.

Con ogni probabilità, però anche l’M2 Max verrebbe prodotto sulla base di un processo a 3 nm. Quel chip sarebbe adatto per le configurazioni MacBook Pro di fascia alta e Mac Studio se Apple scegliesse di aggiornare quel computer entro il prossimo anno. O giù di lì.

Mentre era ampiamente previsto che l’M3 sarebbe stato 3 nm, è più degno di nota che potrebbe esserlo anche l’M2 Pro, dato che il chip M2 standard che ha debuttato nel nuovo MacBook Air e MacBook Pro da 13 pollici rimane costruito sulla base del 5 nm di TSMC processi. Entrambi i chip M1 e M1 Pro condividono lo stesso processo, quindi M2 e M2 Pro essendo costruiti su processi diversi rappresenterebbero un cambio di rotta per il silicio Apple nel Mac.

Altre confermano arrivano direttamente da YouTube. Vadim Yuryev, host del canale YouTube Max Tech, è fermamente convinto che che il Mac M2 Pro sarà effettivamente a 3 nm. Yuryev è credibile: rivelò anche all’epoca, con estrema precisione, che il chip M1 Ultra nel Mac Studio sarebbe stato effettivamente due chip M1 Max collegati come un unico chip.

Se il rapporto a 3 nm è accurato, il delta delle prestazioni tra M2 Pro e M2 potrebbe essere persino maggiore di quello tra M1 Pro e M1. Meglio aspettare rapporti aggiuntivi. C’è tempo, d’altronde, per arrivare fino a sera.