Apple rinvia il discorso sui pieghevoli. Prima gli innovativi Visori AR VR

I pieghevoli e la sfida a Samsung su un altro territorio, simile ma non uguale e per ora troppo congeniale ai sudcoreani, può attendere. I foldable per Apple non sono ancora una priorità, a differenza dei tanti chiacchierati Visori, dispositivi in grado di coniugare le funzionalità di realtà aumentata e di realtà virtuale nel mondo del gaming.

smartphone foldable 20211219 cell
Apple foldable, a Cupertino mettono da parte il progetto – Adobe Stock

Il dispositivo auricolare di Apple, che dovrebbe offrire funzionalità sia AR che VR con annesse applicazioni per giochi, media e comunicazione, potrebbe essere nelle mani degli appassionati dei device con griffata la Mela morsicata più famosa del mondo, addirittura entro il 2022. Almeno stando ai nuovi report e al netto di una data esatta, ufficiale, ancora mancante.

Ming-Chi Kuo ha recentemente affermato che il visore di Apple è sulla buona strada per il lancio, ipoteticamente immaginato per il quarto trimestre del 2022. L’analista è dunque tornato sui suoi passi, visto che in precedenza aveva pensato al secondo trimestre del 2022, ma il rinvio sembra necessario, dovuto a una serie di ritardi sull’inizio della produzione di massa. Tant’è.

Apple, obiettivo puntato per il quarto trimestre del 2022

visore apple 20211219 cell
Visori Apple, si parla dell’uscita entro il quarto trimestre 2022 – Adobe Stock

Apple, dunque, avrebbe messo nel mirino il quarto trimestre del prossimo anno, ossia in quel lasso di tempo che va dall’1 ottobre al 31 dicembre, se dovesse essere tutto confermato un annuncio potrebbe arrivare dieci mesi prima. Oppure in un evento ad hoc.

LEGGI ANCHE >>> Amazon e i problemi su Android 12, è arrivata la soluzione: l’avviso agli utenti

Ci sarebbe, infatti, anche la possibilità che Apple possa offrire il primo assaggio dei suoi innovativi visori, parlandone più dettagliatamente al prossimo WWDC (l’Apple WorldWide Developers Conference, la tradizionale conferenza annuale di quelli di Cupertino), previsto per giugno del prossimo anno, proprio con l’obiettivo ulteriore di dare agli sviluppatori abbastanza tempo per preparare le applicazioni prima del lancio dei Visori di Apple. Gli analisti di Morgan Stanley, al riguardo, affermano che a Cupertino il progetto si sta ora “avvicinando al decollo“, rispecchiando di fatto la cronologia dello sviluppo dell’Apple Watch prima del suo lancio.

LEGGI ANCHE >>> OnePlus 9 e 9 Pro, riparte il rilascio di OxygenOS 12: cosa sapere

I Visori AR e VR di Apple dovrebbero essere definitivamente sviluppati con l’intento offrire agli utenti un design un po’ smart un po’ minimal, con due display micro-LED 4K, quindici moduli ottici, due processori principali, connettività Wi-Fi 6E, tracciamento oculare, modalità AR trasparente, tracciamento degli oggetti e controlli gestuali. E molto altro.

Il prezzo esatto del dispositivo non è ancora chiaro, ma in base ad alcuni rapporti c’è l’indicazione che i Visori di Apple potrebbero arrivare a costare circa tremila dollari, al cliente. C’è tempo, quindi, per pensare al primo iPhone pieghevoli. Prima AR/VR, perché il mondo del gaming è in continua ascesa, il terreno fertile per il colosso di Cupertino.