Apple, MacBook sì ma iPhone SE no. La grandi differenze sul mercato dei due dispositivi

Un iPhone non può essere un dispositivo economico. E’ questo il chiaro messaggio che arriva dall’ultimo Melafonino, presentato a marzo dal colosso di Cupertino. Dopo un ottimo inizio non sembra ci sia stato un grande seguito. Una differenza abissale con gli iPhone 13, che hanno soddisfatto tantissimo la clientela.

Apple ha rilasciato l’ultima versione di iPhone SE il mese scorso, ma il nuovo smartphone sta registrando una “domanda poco brillante“. Almeno così l’ha etichettata il noto Ming-Chi Kuo, analista di TF International Securities, super informato sul mondo a forma di una Mela morsicata.

Apple 20220416 cell
Apple – Adobe Stock

Kuo, che ha avuto la reputazione di essere un influente osservatore Apple da oltre un decennio, ha twittato che lo stato di consegna del nuovo iPhone SE mostra “disponibile” nei negozi online di Apple in diversi paesi. Questo è degno di nota, dato che Pegatron sta realizzando l’iPhone SE e la Cina sta vivendo il peggior arresto COVID negli ultimi tempi.

La “buona domanda” riguarda i MacBook. iPhone SE: tutti i lati negativi

MacBook 20220416 cell
MacBook – Adobe Stock

Le azioni di Apple sono aumentate di quasi l’1,5% a 169,96 dollari nelle contrattazioni di metà giornata dello scorso mercoledì. Eppure Kuo sembra scuotere la testa con i suoi tweet, nei quali scrive che i tempi di consegna dei suoi MacBook Pro di fascia alta, prodotti da Quanta, sono aumentati a 3-5 settimane dopo il blocco, indicando una “buona domanda“.

In settimana Pegatron ha dichiarato di aver temporaneamente spento le luci nelle sue fabbriche che costruiscono iPhone a Shanghai e Kunshan, in Cina, poiché il governo cinese continua a imporre blocchi nel tentativo di arginare un aumento del numero di casi COVID nella regione.

La scorsa settimana, la società di investimento JP Morgan ha ridotto le sue stime per l’iPhone Apple, citando un “rialzo limitato” dall’ultimo iPhone SE, abbassando i volumi di iPhone SE a 24 milioni da una previsione precedente di 30 milioni.

In generale iPhone SE per molti è un telefono deludente. Creato per un pubblico che sta prettamente sul design e poco importa alcune determinate specifiche, iPhone SE 2022 sembra identico al modello 2020, con solo aggiornamenti interni, per alcuni addirittura l’iPhone più scadente di Apple.

Cupertino non ha apportato alcun aggiornamento esterno e sembra ancora l’“iPhone” 8 introdotto nel 2017. Questo design di cinque anni presenta cornici superiori e inferiori spesse insieme a un pulsante Touch ID Home. È l’ultimo iPhone a continuare a utilizzare Touch ID, poiché Apple è passata a Face ID.

Anche il vetro, è sì resistente, ma non poi così tanto. E’ dotato dell’ultimo chip A15, che è un aggiornamento rispetto all’A13, ma è difficile distinguerli in termini di utilizzo quotidiano. App e giochi funzionano più o meno allo stesso modo, ma il chip A15 farà la differenza tra diversi anni poiché Apple svilupperà nuove versioni di iOS e nuove funzionalità che richiedono più potenza di elaborazione. Non ora, però. Insomma l’iPhone è quello presentato in autunno, non quello di marzo, in fondo una rondine non fa primavera.