Apple, iOS 14 permette Firefox e DuckDuckGo come predefiniti

Mozzilla Firefox logo (screenshot)

Apple, iOS 14 permette agli utenti di usare Firefox e DuckDuckGo come browser predefiniti tramite una semplice impostazione.

Apple ieri ha rilasciato ufficialmente iOS 14. Il nuovissimo sistema operativo made in Cupertino ovviamente migliorerà e anche parecchio l’esperienza dei propri utenti. Da ieri tutti i possessori di iPhone che hanno aggiornato alla nuove versione di iOS hanno senza dubbio notato le nette differenze con il vecchio sistema operativo. Le interfacce sono nuove e aggiornate, tutto è più fluido e il colpo d’occhio è veramente interessante. Le persone stanno condividendo tanti screenshot della propria home aggiornata, con parecchie modifiche che purtroppo i possessori di terminali che hanno più di 4 anni si sognano. Le personalizzazioni sono tante e non si fermano affatto ad una mera questione di estetica.

LEGGI ANCHE —> Le conversazioni su WhatsApp sono registrate e intercettabili?

Apple, iOS 14 permette Firefox e DuckDuckGo come predefiniti

Con iOS 14, infatti, tutti quelli che hanno aggiornato il proprio smartphone potranno personalizzare anche il browser. Apple, infatti, ha controllato e alla fine approvato completamente l’approdo di due nuovi motori di ricerca, che fino a poco fa non erano diffusi per Apple. Fanno infatti il loro ingresso ufficiale nell’ecosistema iOS Mozzilla Firefox e DuckDuckGo. Entrambi, da questo momento, potranno essere impostati come browser predefiniti ed essere utilizzati alla stregua di Safari o Chrome. Proprio con i motori di ricerca, però, iOS 14 sta dando qualche problema di troppo. Infatti tanti utenti, come vi abbiamo spiegato, sta bloccando le persone che vogliono cambiare il motore di ricerca predefinita. Gli utenti stanno anche lanciando diverse segnalazioni in rete per diffondere i bug che riscontrano. Dopo ogni riavvio o quando il cellulare viene spento, infatti, per alcuni la scelta del motore di ricerca predefinito viene dimenticata e il cellulare ritorna con Safari.

LEGGI ANCHE —> Apple, aggiornamento iOS 14 problematico: bug al day one