Apple I, ne esistono solo 20 esemplari funzionanti e valgono un’enormità: si diventerebbe milionari

In tutto il mondo sono presenti solamente 20 esemplari di Apple I: chi li possiede potrebbe addirittura diventare milionario.

Apple è senza dubbio una delle multinazionali più prestigiose del pianeta, soprattutto grazie ai suoi prodotti super tecnologici che hanno rivoluzionato l’informatica e le comunicazioni. Questa straordinaria azienda è infatti stata la prima ad introdurre uno smartphone in commercio, precisamente a gennaio 2007. In quell’anno, Steve Jobs in persona presentò ufficialmente il primo iPhone, cioè il cellulare intelligente che ha proiettato il mondo in una nuova Era tecnologica.

valore economico dell'apple I
Apple I, ecco quanto vale ANSA FOTO Cellulari.it

Tuttavia, il marchio Apple non è famoso solamente per i suoi futuristici iPhone, ma anche per i tablet e per i computer. C’è infatti una vasta gamma di Mac e di MacBook estremamente potente. E non solo: esistono anche 20 esemplari di Apple I, ancora funzionanti, che possono valere milioni di dollari.

L’Apple I che vale una fortuna: possederlo è una vera fortuna

Sulla Terra ci sono solamente 20 esemplari funzionanti di Apple I, ognuno dei quali ha un valore senza eguali nella storia dell’informatica. Si tratta del primo computer prodotto dall’azienda californiana: fu ideato e progettato da Steve Wozniak e assemblato direttamente da Steve Jobs. La presentazione ufficiale venne organizzata all’Homebrew Computer Club di Palo Alto (California), precisamente nell’aprile del 1976. Secondo gli esperti, il marchio di Cupertino produsse complessivamente 200 esemplari di Apple I, i quali vennero commercializzati al costo di 666 dollari (circa 3.000 dollari di oggi). Quali sono allora le caratteristiche principali di questo primitivo computer?

Il primo computer prodotto da Apple
Apple I, il primo computer dell’azienda (Instagram @smartprix) Cellulari.it

Innanzitutto, è una macchina realizzata in legno di Koa hawaiano, che gli conferisce un aspetto decisamente inusuale e accattivante. In secondo luogo, possiede una CPU MOS 6502, una frequenza da 1 MHz, una ROM da 8 KiB e una RAM massima da 48 KiB. Rappresenta quindi il primo vero tassello introdotto da Apple nel settore dell’informatica. Ciò che sorprende maggiormente è il fatto che Steve Jobs e Steve Wozniak furono costretti a vendere il furgoncino Volkswagen e la calcolatrice HP, per poter finanziare la costruzione del loro primo computer.

Ad ogni modo, l’Apple I è una macchina caratterizzata da una sola scheda madre dotata di alimentatori, da uno schermo e da una tastiera. Bisogna inoltre ricordare che negli anni ’70 e ’80 i computer erano molto semplici, potevano infatti svolgere pochissime operazioni, rispetto ai modelli super tecnologici odierni. Tuttavia, questi primitivi esemplari oggi hanno un valore economico esorbitante: un collezionista si è recentemente aggiudicato un Apple I all’asta, raggiungendo addirittura i 400.000 dollari. In questo momento, sono ancora presenti 20 esemplari funzionanti del primo computer prodotto dall’azienda californiana.

Impostazioni privacy