Apple e le automobili, nuovo amore in corso: grosse novità in arrivo per CarPlay, controllo totale

Da Cupertino arrivano notizie secondo cui Apple starebbe lavorando a una sua auto totalmente elettrica. Tanto per stare al passo con altri colossi tecnologici. Ma non è tutto. Arrivano notizie di ogni genere.

Car Play (Adobe Stock)
Car Play (Adobe Stock)

Una di queste riguarda un progetto, il cui nome in codice sarebbe Apple IronHeart, che servirebbe ad ampliare e migliorare i controlli e le funzioni di Apple Car Play.

Lo riporta Bloomberg, che ha segnalato le novità nella casa del Melafonino e delle funzionalità più evolute che si possano trovare.

Apple Car Play, cosa ci sarà di nuovo

Apple (Adobe Stock)
Apple (Adobe Stock)

Se fino ad oggi Car Play è stato una sorta di “specchio” di iPhone sul display dell’automobile, riportando applicazioni di mappe e navigazione, musica e servizi di comunicazione, ora Car Play sembrerebbe essere arrivato al punto di comandare anche aria condizionata e climatizzatore, ma non solo.

LEGGI ANCHE >>> Spotify presenta ‘Il Mio Daily’, nuova feature pensata ad hoc per ogni utente

Tra le funzioni ampliate dell’applicazione per automobile, sembra che ci sia in progetto di far comandare a Car Play anche l’inclinazione dei sedili, il sistema audio di bordo e altre funzionalità senza necessariamente dover uscire dall’interfaccia di Car Play.

LEGGI ANCHE >>> Google introduce un nuovo obbligo che andrà ad interessare 150 milioni di utenti

Insomma una specie di computer di bordo che invece di essere integrato nell’automobile, sarebbe nient’altro che una proiezione della macchina nell’applicazione Car Play, che andrebbe a integrarsi totalmente con il sistema computerizzato dell’automobile.

Ovviamente questo tipo di funzionalità “allargata” dipende anche dagli accordi stretti da Apple con le varie casa automobilistiche. Non tutte infatti vogliono lasciare ad altri il controllo delle funzioni dell’auto, anzi molte di loro vogliono essere del tutto autonome e installare dei sistemi computerizzati di bordo completamente autonomi rispetto a Apple.

Ecco dunque il punto debole del progetto: nonostante le funzionalità che Apple potrebbe star ampliando in seno al progetto Apple IronHeart, probabilmente i costruttori di automobili potrebbero lo stesso dare accesso a Apple a una serie limitata di controlli, mantenendone “in casa” la maggior parte.

Infatti, già da tempo Apple ha incluso in CarPlay alcune API che permettono alle case automobilistiche di creare e rilasciare app proprietarie per il controllo dell’automobile, senza necessità di passare per applicazioni di terze parti, come può essere Apple.

In un programma informatico, con application programming interface (API) si indica un insieme di procedure (in genere raggruppate per strumenti specifici) atte all’espletamento di un dato compito; spesso tale termine designa le librerie software di un linguaggio di programmazione.