Apple e Android si uniscono: sintonizzati sulla stessa riproduzione | È davvero possibile

Oggi giorno un cellulare non basta più. Così, accanto allo smartphone dei desideri, si accompagna l’altro, con un sistema operativo differente, per andare sul sicuro e non avere più problemi. La connessione Apple-Android, ora è globale.

Apple e Android (Adobe Stock)
Apple e Android (Adobe Stock)

Con l’aiutino della solita app, sicura e credibile vista la quantità di download scaricati, ecco un sistema altrettanto facile (da usare) e intuibile per riprodurre la stessa musica su due telefonini diversi, dove praticamente scompaiono le griffe della Mela morsicata o del Robottino Verde.

L’applicazione si chiama AmpMe ed è chiaramente scaricabile sia sull’App Store sia nella versione presente sul Play Store. AmpMe è il sistema audio portatile numero uno online che ti connette ad amici, familiari, estranei, chiunque.

Una sorta di sistema di altoparlanti portatile

Music App 20220717 cell
Come passare la musica da un cellulare all’altro – Adobe Stock

Consente agli utenti di amplificare il suono della loro musica collegando più dispositivi (sia iOS che Android) per riprodurre la stessa musica contemporaneamente. In sostanza, l’applicazione permette ai telefoni di diventare una sorta di sistema di altoparlanti portatili, Non solo.

E’ un sistema che permette agli utenti di personalizzare i propri profili, seguirne altri, ospitare e partecipare a feste virtuali: partecipare a feste globali, chattare, e fare nuove amicizie. Nel segno sempre della musica.

Ad Ampe non interessa la dicotomia iPhone-smartphone. Su iOS, però, richiede la versione 9.0 oppure quella successiva. La libreria musicale e Spotify (musica locale sul tuo dispositivo) non è supportato su: iPad1,1, iPad2,1, iPad2,2, iPad2,3, iPad2,4, iPad3,1, iPad3, 2, iPad3,3, iPad3,4, iPad3,5, iPad3,6, iPad2,5, iPad2,6, iPad2,7, iPhone1,1, iPhone1,2, Telefono2,1, iPhone3,1, iPhone3,2, iPhone3,3, iPhone4,1, iPod1,1, iPod2,1, iPod3,1, iPod4,1, iPod5,1. Capitolo Android: per scaricare AmpMe, c’è bisogno almeno della versione 4.4, o successive.

Allo stesso modo in cui funzionano altri servizi di streaming musicale, AmpMe utilizza piani dati regolari per avviare una party, a meno che tu non sia connesso a un WiFi locale. “Tuttavia – così recita la FAQ ufficiale – offriamo una modalità offline. Per vedere come attivare la modalità offline, vedere la sezione Funzionalità del party e come usarle“.

Poco o nessun limite: Per il porty in hotspot il limite parte da 5 ospiti e finisce a 8. Per la Wi-fi è tendente a infinito, anche se dipende da ciò che il router di un utente può supportare. Per migliorare la sincronizzazione, un utente può chiedere agli ospiti di sincronizzare manualmente il proprio telefono con quello dell’host.

Questo il percorso: impostazioni (icona a forma di ingranaggio in alto a destra), chiedi agli ospiti di modificare loro stessi lo “spostamento manuale”. Questa funzione consente agli ospiti di sincronizzare manualmente la musica da riprodurre al momento giusto. E poi? Poi è qui la festa.