Apple Car e la trattativa con Hyundai: le ultime sul nuovo progetto

Il progetto Apple Car potrebbe ricevere una spinta significativa grazie ad un possibile accordo con Hyundai. Tutte le ultime novità sulla prima automobile “intelligente” del colosso di Cupertino.

Apple Car trattativa Hyundai
(AdobeStock)

Le manovre propedeutiche all’ufficializzazione della prima automobile di Apple viaggiano a ritmo pressoché serrato, malgrado l’emersione della crisi epidemiologica ancora in corso. Il produttore di Cupertino sta infatti abbozzando intese necessarie per dar concretezza allo sviluppo della Apple Car, progetto senza dubbio innovativo di cui si parla già da ormai diversi anni. In tal senso, il colosso capitanato dall’amministratore delegato Tim Cook avrebbe recentemente avviato alcuni negoziati con il produttore automobilistico Hyundai. Sul piatto, un’offerta molto interessante: la società coreana, infatti, riceverebbe le chiavi della produzione dell’automobile “smart” di Apple. Un attestato di stima, se vogliamo, per il lavoro occorso da Hyundai in questi anni, ma anche un modo in più per Apple di entrare “a gamba tesa” su un mercato inesplorato, facendo così leva sull’apporto di una società già consolidata nel settore automobilistico.

Fonti provenienti dal Korea Economic Daily danno concretezza sullo stato reale della trattativa tra Apple e Hyundai. Dopo aver vagliato attentamente la proposta nei punti cardine, la bozza di accordo dovrà adesso passare sulla scrivania di Chung Eui-son, presidente dell’azienda coreana. Un passaggio evidentemente obbligato per apporre la fatidica firma su una intesa che assumerebbe certamente una importanza strategica per ambedue i brand.

Ma in che cosa consiste l’accordo tra Apple e Hyundai? A rivelarlo – seppure sommariamente – è la stessa fonte riportata qualche riga addietro. In particolare, la società automobilistica coreana non sarebbe soltanto insignita della produzione di Apple Car, ma avrebbe altresì l’importante compito di realizzare la batteria che sarà posizionata all’interno dell’automobile. E sarà proprio l’autonomia uno dei punti chiave dell’automobile di Apple. Come rilevato infatti a dicembre da Reuters, il modulo sviluppato dalla società californiana può infatti fregiarsi di una soluzione innovativa: per effetto di un design di tipo “monocell” – che garantirà maggiore spazio nel parco batteria – il componente progettato da Apple sarà in grado di ospitare più materiali attivi, con un evidente beneficio in termini di incremento dell’autonomia dell’automobile. Inoltre, grazie all’impiego di un materiale catodico denominato “LFP”, sarà scongiurato qualsivoglia rischio di riscaldamento, con implicazioni importanti quindi sulla sicurezza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Condivisione dati WhatsApp, la risposta di Facebook e le ipotesi al vaglio

Perché Apple vuole entrare nel mercato automobilistico

Apple Car trattativa Hyundai
(PixaBay)

Apple Car rappresenta il “chiodo” fisso del produttore americano. Che dopo aver conquistato il segmento degli smartphone e degli indossabili, vuol adesso fare incetta di un inedito terzo settore. Come ricordato dai ricercatori di Morgan Stanley, quello automobilistico, infatti, rappresenta un segmento molto redditizio, peraltro in misura ancora maggiore dei tradizionali dispositivi indossabili. Basti mettere a raffronto l’indotto generato da ambedue i settori: il primo (per inciso quello mobile), produce ogni anno entrate quantificabili in circa 500 miliardi di dollari; discorso diametralmente opposto invece per il mercato automobilistico, capace di produrre da solo qualcosa come 10 mila miliardi di dollari a cadenza annuale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Offerte WindTre bloccate dal provider: “colpa” di ho. Mobile

Per poter conquistare anche il settore automobilistico, Apple dovrà comunque mettere in campo ogni sforzo possibile. Detto della patnership con Hyundai, il produttore californiano sta infatti gradatamente potenziando il team di sviluppo in predicato di abbozzare i punti cardine della nuova Apple Car: tra le ultime conquiste dell’azienda di Tim Cook si segnala, così come riportato nei giorni scorsi da Bloomberg, l’assunzione di alcuni ex dirigenti Tesla.

Ad ogni buon conto, ci vorranno ancora diversi anni prima che l’automobile di Apple diventi realtà. Secondo alcune stime, infatti, la commercializzazione di Apple Car potrebbe avvenire – almeno nelle migliori ipotesi – soltanto nel 2028.