Apple annuncia nuove importanti funzioni di accessibilità sui propri dispositivi

In occasione della giornata mondiale dell’accessibilità, Apple svela nuove funzioni su iPhone, iPad, Mac e Apple Watch, tra cui una legata al sensore LiDAR per analizzare a raggi “X” le porte

Il sensore LiDAR sarà sempre più parte integrante delle funzionalità di Apple. Questo sensore costituirà uno degli elementi di riferimento della chiacchierata Apple Car, ma nel frattempo l’azienda americana ha deciso di sfruttare i vantaggi del componente hardware per migliorare l’importantissima tematica dell’accessibilità, nella consapevolezza del ruolo di aiuto che può avere la tecnologia.

Apple accessibilità nuove funzioni
Nuove funzioni Apple nella giornata mondiale dell’accessibilità (Unsplash)

Proprio oggi, giovedì 19 maggio, si celebra la giornata mondiale dell’accessibilità – Global Accessibility Awareness Day – e il gigante di Cupertino ne ha approfittato per rivelare una nuova funzionalità legata al LiDAR che approderà entro fine anno su iPhone e iPad compatibili.

LiDAR su iPhone e iPad rileverà a raggi “X” le porte

Apple accessibilità nuove funzioni
La nuova funzione di accessibilità che sfrutta il sensore LiDAR (Unsplash)

Partiamo dall’oggetto. Questa nuova aggiunta permetterà di agevolare gli ipovedenti nella quotidianità e dare una mano importante alle persone, grazie a un lavoro di dialogo non soltanto di hardware e software – due elementi su cui Apple ha insistito da tempo, come dimostra il lavoro di ottimizzazione che l’azienda di Cupertino è solita dedicare ai propri dispositivi – ma anche dell’Intelligenza Artificiale, sempre più centrale nei grandi temi tecnologici.

Queste novità sono riassunte in alcune funzioni che Apple sbloccherà entro fine anno su iPhone, iPad, Mac e Apple Watch. Si parte con “Door Detector”, che aiuterà ipovedenti e ciechi a individuare una porta e ad avere informazioni precise affatto secondarie, come l’indicazione di apertura (se basta spingere o tirare, il senso di rotazione di una maniglia), la distanza rispetto alla propria posizione e la presenza di eventuali etichette. Door Detection è il risultato di un lavoro congiunto tra hardware, software e machine learning: Apple ha sfruttato il sensore LiDAR degli iPhone e iPad e combinato tale componente con un lavoro certosino di ottimizzazione software e di Intelligenza Artificiale. Ricordiamo in questo senso che il sensore LiDAR è stato introdotto sugli smartphone Apple a partire dagli iPhone 12 Pro e su tablet da iPad Pro 11 di seconda e terza generazione e il modello da 12,9 pollici di quarta e quinta generazione.

Apple ha poi annunciato di avere ulteriormente migliorato VoiceOver, che arriva adesso in 20 nuove lingue e tra queste si segnala la presenza della lingua ucraina.

Abbiamo detto che questo impegno legato all’accessibilità verrà trasfuso anche su Mac e Apple Watch. I computer Apple avranno una nuova opzione che permetterà agli utenti di digitare una risposta da leggere all’interlocutore e va a braccetto con la funzionalità di Live Captions che il gigante di Cupertino ha annunciato su iPhone, iPad e Mac. Il funzionamento è lo stesso della controparte Google, vale a dire la possibilità di trascrivere in diretta sullo schermo qualsiasi contenuto audio.

Infine, l’Apple Watch. Per lo smartwatch Apple si segnala l’arrivo di “Mirroring”, altra funzione di accessibilità che permetterà agli ipovedenti di controllare l’indossabile senza dover toccare il display ma basandosi semplicemente sulle funzionalità di Controllo vocale e Controllo interruttori dell’iPhone.