WhatsApp scrive la classifica delle app più scaricate di gennaio 2021

Signal e Telegram volano nella classifica delle app più scaricate di gennaio 2021, confermando il contraccolpo subìto da WhatsApp a seguito della modifica alla policy. Effetto novità o lento declino dell’app di messaggistica più utilizzata al mondo?

WhatsApp app più scaricate gennaio 2021
(AdobeStock)

La modifica alle condizioni d’uso di WhatsApp ha contribuito ad accrescere il successo delle app di messaggistica rivali. Una “sentenza” certificata dalle rilevazioni della Store Intelligence di Sensor Tower, che pone Signal e Telegram tra le app più scaricate del mese appena trascorso, sia sul Play Store di Android che sull’App Store di iOS.

Benché la graduatoria non tenga conto dei giochi, si tratta comunque di un termometro importante, giacché certifica l’interesse dei consumatori verso applicazioni alternative a WhatsApp. Inequivocabile è, in questo senso, l’apprezzamento raccolto da Telegram, forte anche della nomea conquistata negli anni: l’app sviluppata dai fratelli Durov occupa addirittura la prima piazza della speciale classifica di gennaio 2021, a fronte di più di 63 milioni di download in tutt’e due i maggiori store degli smartphone.

Non trascurabile è altresì il trend di Signal: la piattaforma di messaggistica istantanea più sicura al mondo si inserisce infatti al terzo posto delle app più scaricate del mese scorso, guadagnando la medaglia di argento per numero di download registrati all’interno del Google Play di Android. Dall’alto dei suoi quasi 62 milioni di installazioni, TikTok svetta invece nell’intermezzo: il maggior quantitativo di download registrato dal social network cinese proviene soprattutto dagli iPhone, così come certificato dai dati di Sensor Tower.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp, ascoltare i vocali senza il visualizzato? Finalmente si può

Il lento declino di WhatsApp?

App più scaricate gennaio 2021
Le 10 app più scaricate di gennaio 2021 (Fonte: Sensor Tower)

La classifica delle app più scaricate di gennaio 2021 conferma quindi senza mezzi termini l’interesse dei consumatori verso soluzioni alternative a WhatsApp. Un modo in più, se vogliamo, per sperimentare servizi nuovi, ma anche per difendersi dinanzi allo strapotere della piattaforma controllata da Mark Zuckerberg, che qualche settimana addietro ha ufficializzato (salvo poi tornare indietro, seppure temporaneamente) la condivisione dei dati degli utenti WhatsApp con Facebook.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Signal copia Whatsapp con un aggiornamento, download aumentano

L’app di messaggistica più utilizzata al mondo deve iniziare a fare i conti con la concorrenza? Difficile a dirlo, dal momento che l’incremento esponenziale del numero di download di Signal e Telegram potrebbe essere riconducibile al più classico degli effetti novità. Peraltro, la stessa WhatsApp occupa la quinta posizione in graduatoria, confermando un dato inequivocabile: al di là della rinnovata policy, l’app di proprietà di Facebook continua ad essere presente nella quasi totalità degli smartphone in commercio. E questo rappresenta senza dubbio l’ostacolo maggiore della concorrenza.