Anonymous utilizza gli SMS per aggirare la censura: “È ora di rovesciare Putin”

Anonymous sceglie gli SMS per diffondere informazioni tra i cittadini russi sui reali accadimenti della guerra in Ucraina

Da sempre in lotta contro ogni forma di censura, il gruppo di hacker Anonymous ha voluto escogitare un’altra iniziativa per far presa sulle coscienze della popolazione russa e smascherare la politica di propaganda di Vladimir Putin, che attraverso il Roskomnadzor ha bloccato Facebook e Twitter. Non bastava infatti “l’hackeraggio”, se così si può dire, dei canali di Stato russi: l’ultima idea degli hacktivist è un generatore automatico di messaggi SMS da inviare ai cittadini russi per sensibilizzarli sui reali accadimenti in Ucraina.

Anonymous SMS
Il portale 1920.in di Anonymous (Screenshot Twitter)

Un’iniziativa ben diversa rispetto all’attacco ai siti ufficiali del Duma o del Cremlino od ancora al sabotaggio delle TV di Stato, giacché stavolta coinvolge il mondo intero e dipende dal contributo personale di ciascun soggetto della rete. Tutto quello che bisogna fare è collegarsi al sito 1920.in, realizzato appunto da Anonymous, e prendere uno dei tantissimi numeri di telefono (reali) riportati dentro al portale, ognuno dei quali corrispondenti a una utenza attiva in Russia. Tramite questo numero di telefono e vari messaggi in russo (che ovviamente potrà essere personalizzato ad-hoc oppure arricchito), l’utente potrà inviare un SMS dal proprio smartphone da recapitare all’utente corrispondente.

Il generatore di numeri di telefono russi

Secondo quanto riportato sul web, alla data del 7 marzo sarebbero stati inviati già 5 milioni di SMS, un numero destinato a crescere parallelamente alla diffusione della notizia. Uno dei messaggi predisposti da Anonymous è assai incisivo, in quanto fa riferimento alla politica di censura adottata dal governo russo. “I vostri media sono stati censurati e il Cremlino sta mentendo“, si legge infatti nel messaggio elaborato dal collettivo di hacker, che come detto prima può essere ulteriormente personalizzato. Ma soprattutto, è altrettanto chiaro lo scopo prefissato dagli hacktivist, che grazie a questa iniziativa mira a risvegliare le coscienze: “È ora di rovesciare il dittatore Putin“. Quindi, un invito ai cittadini russi a “scoprire la verità sul web libero e sull’app Telegram“.

Affinché il messaggio possa essere recapitato, è necessario che l’utente invii, con il proprio smartphone, il testo SMS a uno dei numero di telefono russi che è possibile scovare dentro al portale. Per chi vuole mantenere l’anonimato e non ha intenzione di condividere il proprio numero di telefono, Anonymous ha escogitato uno stratagemma: “diventa #Anonymous: sendanonymoussms.com”, si legge nel sito.