Amd e Huawei insieme, alleanza per rispondere al ban americano

Amd Logo (via AMD)

Amd e Huawei avrebbero da poco trovato un accordo che sarà storico per la fornitura dei nuovi processori. Si parla di un cambiamento storico.

Huawei è senza dubbio in un momento molto difficile. La famosissima azienda cinese, infatti, è nell’occhio del ciclone in seguito ai contrasti internazionali avuto con l’amministrazione Trump in America. Il numero uno del partito Repubblicano, infatti, ha dichiarato guerra a tutti i prodotti della Cina, impedendo ogni ponte di scambi e di collaborazioni economiche tra il proprio Paese e l’Asia. Basti pensare al fatto che negli USA, da ieri, applicazioni famosissime in Cina come WeChat e TikTok sono state ufficialmente rese illegali, on quando il governo credeva fossero troppo pericolose. Si parla di spionaggio internazionale, ma anche di furto dei dati e indagini di mercato segrete volte al controllo del mercato internazionale. Ed è per questo motivo che il ban che ha colpito Huawei ha messo l’azienda cinese in serissima difficoltà.

LEGGI ANCHE —> iPhone 12 Pro Max, benchmark: sono vicinissimi ad iPhone 11

Amd e Huawei insieme, alleanza per rispondere al ban americano

Eppure ora Huawei vede la luce grazie ad AMD. La casa di processori è famosa in tutto il mondo ed è anche nemica giurata dell’americana Intel. Secondo le ultime notizie che arrivano dalla Cina, ci sarebbe stato un accordo tra la casa di cellulari e tablet e l’azienda che costruisce processori. Da anni abbiamo processori AMD in casa, tra Xbox e PlayStation, che anche nella prossima generazione di console continueranno a battere un cuore costruito dalla casa cinese. Con la potenza disponibile e il mercato potenziale, Huawei e AMD insieme possono lanciare un nuovo attacco ai processori e ai marchi europei e americani sul mercato globale. Chissà che ora non possa cambiare l’equilibrio del mercato degli smartphone.

LEGGI ANCHE —> App per conservare password, pregi e difetti: davvero sicure?