Allarme rosso: questi smartphone sono a rischio | Potrebbero rubarvi i dati

Non è il primo, chissà se sarà l’ultimo problema per la martoriata serie dei cellulari, afflitti da un bug al sensore delle impronte digitale, dalle conseguenze gravissime: chiunque può accedere liberamente allo smartphone in questione.

Smartphone
Smartphone a rischio

 

È passato solo un po’ di tempo da quando Google Pixel 6a è stato lanciato per i preordini e sebbene molti utenti stiano aspettando di mettere le mani sul nuovo telefono, si scopre che in realtà soffre di un evidente problema con il sensore di impronte digitali che potrebbe causare alcune persone annullano i loro ordini, almeno finché il colosso di Mountain View non risolva questo problema.

Attualmente è stato certificato che il Google Pixel 6a può essere sbloccato utilizzando impronte digitali non registrate. Ci risiamo, insomma. Non è la prima volta, infatti, che gli smartphone di Big G affrontino questo problema.

La conferma del problema al sensore, certificata da video

Google Pixel 20220729 cell
Google Pixel – Adobe Stock

Già i Pixel 6 e Pixel 6 Pro hanno sofferto dello stesso problema e sebbene l’azienda abbia provato a risolverlo con diversi aggiornamenti, il successo ottenuto è stato al massimo limitato. Per quanto riguarda il problema con il Pixel 6a: le impronte digitali non registrate possono essere utilizzate per sbloccare il dispositivo.

Video recenti di vari punti vendita hanno dimostrato che il Pixel 6a può essere sbloccato con un’impronta digitale non registrata. Sì, uno sblocco del dispositivo con un pollice che non è stato registrato, oltre a prove di più utenti che sbloccano lo stesso telefono senza registrare la propria impronta digitale.

Ora, il problema è molto più preoccupante di un sensore di impronte digitali lento su Pixel 6 e 6 Pro. La buona notizia in questa storia, però, c’è, considerando che il nuovo dispositivo di Google deve ancora essere rilasciato, quindi Google ha ancora del tempo per risolvere questa tipologia di problema, anche se solo tramite software.

Questa non è la prima volta che un dispositivo Google Pixel ha riscontrato tali problemi, e sebbene la serie Pixel 6 nella sua interezza sia un ottimo acquisto per coloro che cercano un’esperienza Android vaniglia, questo problema con il sensore di impronte digitali, se non risolto, potrebbe causare molti problemi: sia di vendite visto che ora tutti sanno cosa affligge i Pixel 6a, sia agli utenti che compreranno il cellulare.

Questo problema non può essere replicato da una serie di altre pubblicazioni, quindi è possibile che possa essere specifico per un determinato batch. Una situazione tutta da monitorare, anche se attualmente la diffidenza è il primo sentiment che Big G deve sconfiggere. E lo potrà fare soltanto dopo una soluzione certificata di questo problema.