Addio alle carte, domani è già qui: il futuro dei pagamenti contacless è con un chip dentro la pelle

In un futuro non molto lontano si potrebbe effettuare un pagamento con carta, senza utilizzarla, bensì con un chip sottocutaneo. Detta così spaventa un po’ tanti. Non tutti a quanto pare.

Carta di credito 20220418 cell
Carta di credito – Adobe Stock

Invece di portare il portafoglio nella tasca posteriore o nella borsa, c’è un’azienda tecnologica che vuole che lo porti sotto la pelle. Attraverso un chip. “Nelle nostre teste è apparsa l’idea futura di una soluzione completa”. Ecco l’idea di Walletmor.

Vuole sostituire l’ingombrante portafoglio con un piccolo impianto completamente sicuro sottocutaneo, con funzione di pagamento di prossimità, combinato con un conto individuale a tutti gli effetti, che consente di archiviare denaro in valute diverse e paga con un gesto della mano.

Un account individuale e un impianto abilitato NFC

pagamento smartphone 20220418 cell
Nuovi modi per i pagamenti – Adobe Stock

Questo chip sottocutaneo ha le dimensioni di un chicco di riso, costa circa 300 dollari e non entra in una carta di credito. Invece, deve essere impiantato nel tuo corpo, preferibilmente nella tua mano.

Dopo averlo attivato utilizzando un’app di portafoglio digitale, Walletmor afferma che l’utente sarà in grado di effettuare acquisti nella maggior parte delle aziende in tutto il mondo, semplicemente facendo scorrere la mano su un lettore di carte.

La domanda semmai è perché? Tant’è. Al momento, i chip vengono venduti solo a cittadini del Regno Unito, della Svizzera e dei paesi dell’Unione Europea. Secondo Walletmor, quasi 200 persone hanno già gli impianti. L’azienda anglo-polacca suggerisce di rivolgersi addirittura a un chirurgo o a uno dei suoi specialisti di fiducia per l’operazione minore, ma una volta inserito l’impianto, non sono previsti rimborsi.

Un’idea che una volta era solo un sogno o una immaginazione futuristica sta diventando realtà”. Wallermor fa sul serio. “Grazie al nostro team appassionato e impegnato – prosegue l’azienda – il nuovo chip è progettato da esperti di nuove tecnologie e soluzioni intelligenti. Noi siamo orgogliosi di affermare che un account individuale e un impianto abilitato NFC combinano un’incredibile funzionalità con il massimo livello di sicurezza, sia per la salute sia per le transazioni”.

Tre passi per correre questo salto nel futuro, i primi due francamente sono innovativi, sul terzo arriva il grande dubbio. Tant’è. Il primo passo è quello di scarica un’applicazione iCard e configurare il tuo account: iCard è il tuo portafoglio digitale con sede nell’UE che è collegabile all’impianto Walletmor.

Il secondo passo è quello di attivare e ricaricare il tuo impianto nell’app iCard, collegando l’impianto all’account iCard e digitando il suo codice di attivazione. Ecco il famigerato ultimo passo: organizzare l’installazione con uno specialista nella clinica di medicina estetica, tramite appuntamento. Addio carta, oppure no? Ai posteri l’ardua sentenza.