Xiaomi guarda al futuro: smartphone con display pieghevole e staccabile in arrivo?

Negli scorsi giorni, Xiaomi ha brevettato un insolito smartphone che avrebbe un display che si piega e si stacca. Ecco tutti i dettagli

Xiaomi è tra le aziende che più si stanno muovendo nel corso del 2022. Sono già diversi gli smartphone lanciati nelle settimane passate, che strizzano l’occhio agli interessi di diverse fasce di mercato. Ci sono i top di gamma – come lo Xiaomi 12 – ma anche dispositivi meno costosi e dalle specifiche tecniche di assoluto livello.

brevetto xiaomi 20220430 cellulari.it
Xiaomi ha da poco brevettato un nuovo smartphone che si presenta con un concept rivoluzionario (Adobe Stock)

E non mancano i progetti per il futuro. Uno su tutti sta facendo chiacchierare parecchio, per via del suo concept insolito. Stando a quanto rivelato da ITHome, infatti, l’azienda cinese avrebbe brevettato un dispositivo che presenta un display pieghevole e che può essere staccato dal resto del device.

Xiaomi, tutti i dettagli sull’ultimo smartphone pieghevole appena brevettato

brevetto xiaomi 20220430 cellulari.it
Il display sarà pieghevole ma soprattutto staccabile dal corpo del device, così da avere un secondo terminale completamente autonomo (screenshot)

Come spiegato da ITHome, l’ultimo brevetto di Xiaomi vede uno smartphone che dispone di un rivoluzionario display. Oltre ad essere in grado di piegarsi, gli utenti potranno anche staccarlo dal corpo dello smartphone ed utilizzarlo in una maniera diversa rispetto al solito. Stando alla spiegazione del documento, il pannello si apre completamente quando viene rimosso dalla scocca, rimanendo comunque utilizzabile con tutte le sue funzionalità tipiche. Il tutto grazie alla trasmissione dei dati che avviene tramite wireless, con una connessione che dovrebbe rimanere stabile per diversi metri di distanza.

Se tutto dovesse venire confermato, ci troveremmo di fronte ad un progetto rivoluzionario. Il display avrà una batteria separata rispetto all’unità principale, così da poter essere in grado di funzionare autonomamente e di svolgere alcune operazioni di base. Stiamo comunque parlando di un semplice brevetto, che potrebbe rimanere in cantiere e non vedere mai la luce. Non sono emersi ulteriori dettagli legati a possibili specifiche tecniche che andranno a comporre il prodotto. Per questo, bisognerà attendere i prossimi mesi e vedere se sarà Xiaomi stessa a sbottonarsi e a rivelare più informazioni a riguardo.