Xiaomi 12 vuole essere bello e potente: i segreti del nuovo flagship Android

Le ultime notizie sullo Xiaomi 12 strizzano l’occhio all’aspetto estetico e preannunciano novità importanti.

Xiaomi Mi 12 design
Xiaomi 12 avrà un nuovo design (AdobeStock)

Di Xiaomi 12 (o meglio, Mi 12 volendo guardare al passato) parliamo ormai da mesi, segno che l’azienda cinese sia già all’opera (se non addirittura alle battute finali) per presentare il suo primo smartphone top di gamma 2022, anticipando la concorrenza. Le indiscrezioni rimbalzate in rete hanno più volte confermato l’assoluto spessore del dispositivo, impreziosito da soluzioni tecnologiche innovative e fortemente in linea con quanto di meglio presente sul mercato. E le notizie odierne non fanno altro che insistere su questo adagio.

La sua uscita è strettamente collegata all’ufficializzazione dello Snapdragon 898, chipset in cantiere da parte di Qualcomm nonché uno dei componenti hardware di maggior spicco dello smartphone di Xiaomi. Ma la potenza sarà soltanto una delle molteplici frecce pronte ad essere scoccate dal colosso di Shenzhen. Come anticipato infatti su Weibo dall’affidabile Digital Chat Station, il nuovo Xiaomi 12 colpirà innanzitutto per l’estetica: sarà leggero e sottile, ancor più del diretto predecessore, adeguandosi al linguaggio di design adottato da Xiaomi con la serie CIVI.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Un, due tre: Instagram! Servito un trittico di importanti novità

Xiaomi 12 in ceramica e con cornici ancora più ottimizzate

Xiaomi Mi 12 design
Xiaomi 12 sarà un contenitore di alcune delle migliori novità presentate da Xiaomi in questo 2021 (AdobeStock)

In particolare, la parte posteriore dello smartphone sarà ripresa da Mi MIX 4, complice l’utilizzo di un materiale ceramico, mentre quella frontale garantirà un rapporto schermo-corpo più elevato, grazie alla sostituzione del display curvo con una soluzione iperboloide; le cornici, inoltre, saranno maggiormente ottimizzate (in special modo quella inferiore, spesso trascurata dai principali brand) e ridotte all’osso, per una pulizia estetica da vero flagship.

Il contenimento del peso e dello spessore non impedirà a Xiaomi di sacrificare alcuni componenti: ci sarà infatti spazio per un modulo batteria da ben 5.000 mAh con pieno supporto alla ricarica rapida da 120W, tecnologia quest’ultima che abbiamo imparato a conoscere con l’attuale 11T Pro. Importante sarà anche il comparto fotografico, strutturato stavolta dalla presenza di un modulo principale da 50 megapixel. Sebbene i numeri siano in sostanziale difetto rispetto ai 108 megapixel del precedente Mi 11, dovrebbe trattarsi di un aggiornamento sostanziale, giacché il sensore di cui si discorre sarà ripreso da Mi 11 Ultra e offrirà alcune caratteristiche intrinseche (come la dimensione e la larghezza dei pixel) che permetteranno di migliorare la qualità degli scatti in notturna.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Xiaomi Mi 11T Pro, cosa c’è sotto al “cofano”? – VIDEO

Confermato, infine, il pannello LTPO, come su iPhone 13 e sui migliori smartphone del 2021.