WhatsApp, conversazioni rischiose: dovete evitarle assolutamente | Trovata la soluzione

Consigli utili per milioni e milioni di utenti che hanno reso WhatsApp, la messaggistica istantanea numero uno al mondo. Certo, la scalata di Telegram (maggiormente nel 2021) è qualcosa di annotare, ma le tante release di fase di sviluppo e l’affidabilità di una delle armi letali a disposizione di Mark Zuckerberg, funzionano ancora. Alla grande.

WhatsApp gruppi 20220803 cell
WhatsApp, come difendersi dai gruppi – Adobe Stock

In attesa della versione definitiva della navigazione incognita, nella possibilità di farsi gli affari altrui senza essere visti, oppure semplicemente per evitare rotture di scatole. Aspettando le novità, si può performare al massimo WhatsApp, così come è.

C’è già un modo per nascondere l’ultima volta online, o le notifiche di lettura: la spunta blu, come viene chiamata questa funzione dai più giovani. WhatsApp mostra l’ora dell’ultima volta in cui ci si è collegati e lo mostra agli altri di default, ma su iPhone si può disattivarla con due tocchi: Impostazioni > Impostazioni chat > Avanzate. Su Android non si discosta molto: Impostazioni -> Account > Privacy per nascondere l’orario dell’ultimo accesso ed anche la doppia spunta blu di messaggio letto.

Ogni occasione è buona per creare gruppi. Stop!

WhatsApp 20220803 cell
Schermata WhatsApp – Adobe Stock

Uno dei trucchi maggiormente utilizzati su WhatsApp è quello relativo al rimedio contro gli infiniti gruppi che affollano i nostri dispositivi. Ci siamo fatti prendere la mano, diciamoci la verità, ormai ogni occasione è buona per creare gruppi (spesso validi per qualche ora) e intasare lo spazio di archiviazione del nostro smartphone: iPhone o Android, fa lo stesso.

Questo trucco è una svolta: non verrai aggiunto in conversazioni che non ti interessano e che ti riempiono di notifiche. Ma come? Basta seguire questo percorso. Tap su impostazioni, account, e privacy, scrolla su “Gruppi” e ti sarà data la possibilità di scegliere chi potrà aggiungerti, appunto, a un gruppo WhatsApp.

La spunta blu è di default su tutti. Ma è modificabile, scegliendo di fatto “I tuoi contatti”, ovvero solo quelli che sono salvati nella tua rubrica, oppure “I miei contatti eccetto…” spuntando tutti quelli che vuoi escludere da questa possibilità. Una postilla doverosa: ricordarsi sempre di rimettere tutto apposto, con lo stesso procedimento, se si vuole tornare alla esperienza iniziale.

Un altro dei trucchi che va per la maggiore, figlio proprio dell’intasamento spaventoso proprio dei gruppi, dove vengono inseriti una sbadilata di video, utili magari per farsi quattro risate per qualche minuto, inoltrandolo a qualche contatto, è il Backup e Ripristino dei messaggi WhatsApp.

La messaggistica numero uno al mondo fa backup automatici delle conversazioni in Google Drive su cellulari Android e in iCloud su iPhone, ma c’è anche una parte manuale. Su Android, il backup interno passa per i tre puntini in alto a destra, Impostazioni, chat, quindi backup delle chat.

Sui Melafonini è simile, praticamente uguale: Impostazioni, chat e tap su Backup delle chat.