Videogiochi: 29,3 milioni di giocatori e 1 miliardi di fatturato in Italia entro il 2016

Il settore dei videogiochi, grazie soprattutto allo sviluppo di quelli online e social, sta vivendo una nuova primavera con fatturati nuovamente in crescita dopo le difficoltà dei precedenti anni.

Il settore dei videogiochi, grazie soprattutto allo sviluppo di quelli online e social, sta vivendo una nuova primavera con fatturati nuovamente in crescita dopo le difficoltà dei precedenti anni.

Il settore in Italia valeva già 900 milioni di dollari nel 2014, con una platea di videogiocatori pari a 29,3 milioni di utenti, quasi equamente divisi tra maschi (51%) e femmine (49%).

Il primo semestre 2015, come riportato dall’Aesvi, indica una crescita del 3.8% del fatturato con una previsione di 930 milioni di euro entro dicembre, con una crescita rispetto ai 893 milioni di euro registrati lo scorso anno.

Console di gioco, accessori e software ludico in tre principali segmenti in crescita, rispettivamente 1.2% per console, 6.8% per gadget e accessori e 20% per l’area software.

Il leggero calo le vendite di videogiochi per console (-2.9%).

I giochi fisici, quello per intenderci composti da cd o dvd, complessivamente valgono 346 milioni di euro, pari al 39% del totale mercato dei videogiochi mentre app e giochi in download generano 180 milioni di euro.

In termini hardware, invece, il mercato italiano vale 276 milioni di euro con una crescita importante delle console, sempre più diffuse in Italia.

Lo sviluppo dei giochi online ha consentito di aumentare le vendite di gadget e accessori tra cuffie, microfoni e gadget di ogni genere. L’arrivo di Oculus e sistemi simili dovrebbe far crescere notevolmente il segmento degli accessori, con arrivo sul mercato previsto per il 2016.