Twitter, i vostri dati sono a rischio: valgono migliaia di euro

Oltre il danno anche la beffa adesso, perché pare che Twitter non sia più sicuro come una volta. A rendere importante questa notizia sono le segnalazioni che ne parlano, le quali sono tutto tranne che rassicuranti.

I nostri account non si trovano attualmente in una posizione ferrea, tant’è che potrebbero essere presi di mira dai più furbi hacker intercettati di recente. Ma a quale falla è dovuta questa complicazione?

Twitter, i vostri dati sono a rischio: valgono migliaia di euro
Twitter si trova sul filo del rasoio, e non riuscirà ad uscirne tanto facilmente- Cellulari.it

Tutte le piattaforme hanno riscontrato diversi problemi per quanto riguarda il furto di dati, il quale sembra essere una attività ben più che attiva nel 2022. Anzi, gli studi in merito ci garantiscono che si siano intensificate addirittura per via delle incursioni informatiche avvenute dopo la guerra tra la Russia e l’Ucraina.

Ad essere maggiormente colpiti da questa piaga sono sicuramente i social network, che per via del seguente problema non sembra siano per niente privi di ogni falla di sicurezza. E l’applicazione che è stata presa di mira non è sconosciuta, specie in questo periodo dove pare sia diventata molto nota.

L’app di Elon Musk sotto attacco: milioni di dati rubati

Parliamo ancora una volta di Twitter, le cui informazioni inerenti a 5,4 milioni di account sono state condivise gratuitamente su un forum, chiamato Breached, da un gruppo di hacker che ha approfittato di una vulnerabilità API del sito per estrarre i dati pubblici e privati degli utenti. Ma quando è accaduto tutto questo?

Twitter, i vostri dati sono a rischio: valgono migliaia di euro
Fin troppi account sono stati rubati in questi tempi – Cellulari.it

Ha avuto inizio circa nel 2021, anno in cui molti hacker sono entrati in possesso di numerosi dettagli personali relativi a molti utenti, come ID, nomi, posizione, numeri di telefono, indirizzi mail, URL, numero di follower e seguiti. I dati alla mano, oltretutto, sono veri: lo ha confermato Breached stesso.

Anzi, ha detto anche qualcosa di più, perché ha aggiunto che sono stati rubati altri 1,4 milioni di dati raccolti tramite un’API differente: in questo secondo caso, però, le informazioni non sono state pubblicate sul forum. Facendo un calcolo rapido, pare che gli utenti colpiti siano in totale 7 milioni.

Il problema, comunque sia, continua a rimanere. I registri sono ancora di dominio pubblico e possono essere scaricati in qualunque momento, seppur sino a pochi mesi fa venissero venduti. Le cose sembra che siano cambiate nell’arco di poco tempo, ma ciò non significa che potremmo dormire sogni tranquilli.

E vista la situazione attuale vi consigliamo di fare molta attenzione al vostro account: potrebbe finire in mani sbagliate. Il miglior modo per proteggersi, come gli esperti ci insegnano, è di seguire tutte le indicazioni date dalla piattaforma, che il più delle volte vengono ignorate senza una ragione apparente.