Twitter, i “cinguettii” potranno essere modificabili. Ma come? Scopriamolo insieme

La mancanza di un tasto modifica su Twitter è stata sempre oggetto di discussione da parte di molti utenti. Lo status quo, però, potrebbe a breve cambiare anche se la piattaforma californiana potrebbe indirizzarsi verso un “per molti ma non per tutti”.

Twitter 20220419 cell
Twitter – Adobe Stock

Questa ipotesi viene rincarata dal tweet di una ricercatrice, Jane Manchun Wong, secondo cui i cinguettii non verranno modificati del tutto, ma ogni volta che si vorrà effettuare un cambiamento, in realtà si pubblicherà un nuovo tweet (con un nuovo ID) che andrà a sostituire il primo.

Questa nuova funzionalità, però, sarebbe una prerogativa iniziale solo degli utenti Blue, i detentori cioè di un abbonamento mensile a pagamento, che offre l’accesso esclusivo a funzioni premium che consentono di personalizzare l’esperienza su Twitter. Per ora disponibile negli Stati Uniti, ovviamente, ma anche in Canada, Australia e Nuova Zelanda. In queste aree geografiche, Twitter Blue è disponibile per l’acquisto in-app su Twitter per iOS e Android o su twitter.com tramite il Stripe, per i pagamenti. Tant’è.

Un’anteprima dell’interfaccia durante la modifica di un tweet

Twitter 20220419 cell 2
Twitter – Adobe Stock

Twitter all’inizio di questo mese ha confermato di lavorare sul tanto atteso pulsante Modifica, che all’inizio sembrava un Pesce d’Aprile. Sebbene i dettagli su questa nuova funzionalità non siano del tutto chiari, sembra che almeno il social network manterrà un registro dei tweet originali anche dopo aver utilizzato il pulsante Modifica.

Da capire, comunque, cosa farà esattamente Twitter per questo record, anche se non è difficile immaginare che altri utenti avranno accesso alle versioni precedenti di un tweet modificato.

La strategia di Twitter di creare un nuovo ID per il cinguettio modificato potrebbe anche indicare che i tweet incorporati nei siti Web rimarranno nelle loro versioni originali anziché in quelle modificate, in modo che i portali di terze parti siano protetti da possibili tweet modificati.

La scorsa settimana, gli sviluppatori hanno rivelato un’anteprima dell’interfaccia durante la modifica di un tweet. Hanno anche accennato al fatto che il pulsante Modifica sarà esclusivo per gli abbonati Twitter Blue. Ovviamente, dovremo aspettare fino a quando Twitter rivelerà maggiori dettagli su come consentirà agli utenti di modificare i propri tweet per la prima volta nella storia del social network.

Molte cose sono cambiate su Twitter, in meglio a dir la verità, dal lancio del social network nel 2006, ma una cosa che rimane la stessa è il fatto che gli utenti non possono modificare i tweet dopo che sono stati pubblicati. Tutto questo starebbe per cambiare, con un inevitabile impennata degli account, soprattutto se questa funzione sarà prerogativa di tutti gli utenti.