Tim, fibra in tutta la Puglia: “Prima regione senza digital divide”

Tim allarga la sua fibra ottica (Adobe Stock)
Tim allarga la sua fibra ottica (Adobe Stock)

Tim, fibra in tutta la Puglia. Un’operazione di ammodernamento davvero enorme, che potrebbe cambiare per sempre l’Italia.

Il Digital Divide è uno di quei problemi che da decenni colpisce tutto il mondo e soprattutto quei Paesi che non sono affatto tecnologicamente avanzati, ma che si stanno avviando sulla strada del rinnovo. Sono milioni le persone che ogni giorno vengono dimenticate, non potendo accedere come noi al web, a internet. Con tutti i problemi e le conseguenze negative che questo comporta. Queste persone infatti non riescono a partecipare ai processi di informazione, comunicazione e interazione che sono sempre più diffusi e che con il Covid-19 sono diventati quasi esclusivamente esistenti nella loro forma digitale. Per questo i Paesi di tutto il mondo stanno investendo sempre di più per colmare questo divario e, stando alle parole del presidente della regione Puglia, Michele Emiliano, sono stati fatti passi enormi nella sua regione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> iPhone 12, nuova custodia disponibile su Amazon

Tim, fibra in tutta la Puglia: “Prima regione senza digital divide”

La Puglia è una di quelle regioni dell’Italia del Sud che soffre molto il digital divide. L’infrastruttura di rete, complici i pochi investimenti e la conformazione geografica del territorio, soffre parecchio di digital divide. Il presidente regionale, Michele Emiliano, ha parlato dello storico accordo raggiunto con Tim per portare la fibra in tutta le regione. Ogni casa, ogni abitazione, ogni comune della Puglia sarà presto raggiunta dalla fibra di Tim, mettendo fine al digital divide: sarà la prima regione in Italia.

FORSE TI INTERESSARTI ANCHE >>> OnePlus: il “quasi” top di gamma economico si chiama Nord SE

 

GRANDE NOTIZIA: LA TIM CABLERÀ CON LA FIBRA TUTTA LA PUGLIA ENTRO POCHE SETTIMANE.

Ieri ho avuto un cordiale colloquio…

Pubblicato da Michele Emiliano su Mercoledì 11 novembre 2020