Televisore smart: attenti a quale scegliete, le differenze da non sottovalutare

Se la nostra TV si rompe ovviamente arriva il fatidico giorno in cui dovremo cambiarla, che per quanto non ci possa piacere è praticamente inevitabile.

Ciò non significa che dovremo scegliere di comprare una televisione qualunque, difatti sarà necessario sapere prima le differenze tra una TV e l’altra. Ma quali sono?

Smart Tv (Foto Canva)
Smart Tv (Foto Canva)

A volte le persone tendono a fiondarsi nei punti vendita specializzati per poter comprare un nuovo dispositivo, sostituendo quello rotto o malridotto.

E non è una azione sbagliata, perché prima o poi arriverà sicuramente il momento dove dovremo mettere all’angolo un prodotto specifico.

Android TV o Google TV? Ecco come scegliere

Ma se fosse una televisione, invece, come dovremmo comportarci? Essere obiettivi durante un acquisto importante, e lo è ancor di più scegliere con parsimonia cosa prendere.

Per cui, vista la circostanza, vogliamo dirvi quali sono le diversità tra una televisione Google TV e una Android TV; vi aiuterà sicuramente a scegliere bene il vostro televisore preferito.

Televisore smart: attenti a quale scegliete, le differenze da non sottovalutare
E se preferissimo Android TV? – Cellulari.it

Vi riporteremo quelle che sono le principali differenze, dalle quali trarrete le vostre conclusioni ovviamente. Comunque sia, possiamo proseguire: iniziamo pure la spiegazione.

Cominciamo con Android TV, la quale gestisce tutto su un’interfaccia a fasce basata su un approccio ad applicazione. Troveremo in alto la casella di ricerca, poi la striscia delle app installate – posizionate in ordine di utilizzo – e sotto le preview dei programmi dei vari servizi installati.

Dal punto di vista del design ha sicuramente dei dettagli migliori rispetto a quelli che offre Google TV, nonostante lo schema che vi abbiamo illustrato rimanga uguale in ogni singolo aggiornamento che viene effettuato periodicamente.

D’altro canto, Google TV mira invece a un’esperienza più unificata, con un motore di correlazione che sfrutta l’intelligenza artificiale per mettere in evidenza i contenuti più interessanti per l’utente pescando. Per farlo fa uso dei vari servizi di streaming come Netflix, Prime Video, Disney+, Apple TV e YouTube.

E oltre a godere di ogni tipo di funzionalità presenti nell’ecosistema Google, come la Watchlist che permette di trasferire i contenuti guardati dallo smartphone direttamente sul televisore, le TV con questo OS hanno anche una impostazione speciale nel menu principale.

Ossia quella che ci permetterà di poter guardare ogni singola opzione direttamente da una sola interfaccia. Al contrario, Android TV propone delle liste  differenti per una maggiore organizzazione. Ma a voi quale dei due vi avrà colpito di più?