Telegram sostituisce WhatsApp, la nuova funzione rischia di far migrare gli utenti

WhatsApp è l’app di messaggistica istantanea più usata in assoluto. Vi ricordate i tempi in cui non potevamo fare a meno di Messenger? Con i trilli, le emoticon, i blog? Ecco. Questo è l’esempio perfetto, basta una nuova applicazione più carina, funzionale e particolare per far sparire del tutto la messaggistica o qualunque sistema come lo avevamo sempre utilizzato. Il timore ora è che Telegram possa prendere il posto di WhatsApp perché, con il suo ultimo aggiornamento, ha proposto una soluzione molto innovativa e funzionale che potrebbe far migrare molti utenti in nome della funzionalità e praticità d’utilizzo.

È sempre così che va il mondo tecnologico perché nonostante gli sforzi, gli utenti amano migliorare e quindi si tratta di sistemi fluidi. Si fa il massimo per garantire comfort e prestazioni ma non è mai abbastanza, ci sarà sempre un nuovo concorrente che opererà su una piattaforma innovativa, con dettagli particolari e qualcosa di molto interessante.

Telegram vs WhatsApp
Telegram vs WhatsApp (Foto Canva)

Questo è quello che potrebbe accadere quindi tenetevi pronti per questa vera e propria rivoluzione di Telegram a cui non avevamo pensato prima.

Telegram vs WhatsApp: tutto potrebbe cambiare

Telegram ha lanciato un nuovo aggiornamento, questo vuol dire novità in arrivo e nuove funzionalità. Sostanzialmente ora è possibile creare dei gruppi, anche molto articolati e grandi per parlare con gli altri utenti. Quello che accade comunemente ora su WhatsApp (anche se molti odiano essere parte di gruppi infiniti è una grande potenzialità).

Oggi creiamo il gruppo famiglia, amici, lavoro e da oggi si potrà fare anche su Telegram, però questo offre dei miglioramenti sia in termini di leggibilità che di opzioni, come quella notte oppure di emoticon. Quindi si fa più interessante. WhatsApp da poco ha annunciato l’arrivo delle community, si tratta della possibilità di gestire gruppi, anche di grandi dimensioni, che devono comunicare con una molteplicità di persone come ad esempio le aziende o il gruppo della scuola.

Telegram
Telegram (Foto Canva)

Telegram quindi di tutta risposta ha introdotto Topic, un servizio ben strutturato dove si può andare a organizzare veramente bene tutta la conversazione nei gruppi quindi gli iscritti possono partecipare, leggere le informazioni e tutti i dettagli importanti. La funzione è valida per un numero maggiore di 200 persone, quindi laddove si rischia di perdere la conversazione o le parti più importanti.

I topic funzionano come chat separate, quindi per media, impostazioni, messaggi. È possibile creare sondaggi, fissare in alto post e condividere dati di vario tipo. Telegram quindi diventa un diretto concorrente di WhatsApp con delle prestazioni molto interessanti.