Sparisce una funzione incredibile per gli automobilisti: non sarà più utilizzabile

Storia (breve) di un destino segnato, di una “morte” annunciata. Google ha in mente altri piani per il futuro di una delle funzioni più utilizzate dagli automobilisti. Che non sono pochi, peraltro. Dovranno adeguarsi al cambiamento.

A poco più di un anno dalla sua introduzione, infatti, Google ha annunciato la rimozione della sola scheda Google Maps che compare nella parte superiore della Dashboard Car Mode, comunemente nota come schermata iniziale.

Android Auto - Cellulari.it 20221011
Android Auto – Cellulari.it

L’intera dashboard della Modalità auto dell’Assistente Google verrà rimossa dalla circolazione il 21 novembre 2022. Una data da tenere bene in mente.

Il nuovo punto di riferimento per gli automobilisti

Lo schermo in questione fornisce una serie di funzioni utili, tra cui suggerimenti musicali e accesso rapido ai controlli audio, nonché scorciatoie per chiamate e messaggi, ed è possibile accedervi (per il momento) tramite comandi vocali o una scorciatoia in casa.

Insomma, con questa nuova decisione strategica, il colosso di Mountain View ha deciso di eliminare l’unico vero successore diretto di Android Auto per smartphone: se per molti utenti questo era già un passo indietro, per molti altri non era troppo tardi.

In ogni caso, tutti dovranno mettersi il cuore in pace: Google sta continuando a rimuovere dall’Assistente, funzioni non completamente gestibili tramite assistente vocale, un po’ come Snapshot, tanto per intenderci e la modalità automatica non farà eccezione.

Google Maps - Cellulari 20221011
Google Maps – Cellulari.it

Ma perché Google ha deciso così? E’ stato proprio il colosso di Mountain View a rivelare la sua posizione, in una risposta all’autorevole Android Police: la decisione di dire addio all’Auto Mode dell’Assistente deriva dal fatto che la maggior parte degli utenti solitamente interagisce con esso tramite Google Maps; per questo sarà Maps a diventare il nuovo punto di riferimento per gli automobilisti.

Anziché accedere alla modalità dedicata, tramite comando vocale o scorciatoia in casa, confluirà tutto direttamente nella navigazione di Google Maps, completa di notifiche pop-up per chiamate e messaggi in arrivo.

Questi prompt possono essere gestiti tramite icone grandi sullo schermo o più semplicemente tramite comandi vocali, per non staccare le mani dal volante. La stessa griglia dell’applicazione rimane saldamente al suo posto, offrendo un rapido accesso a vari servizi e scorciatoie. E un’esperienza più semplice, almeno secondo Google.

Nel complesso, Google sta rimuovendo la modalità Assistente, ma ciò non dovrebbe incidere sull’esperienza dell’utente: mentre l’app Mappe è ancora aperta ogni volta che dici all’Assistente dove vuoi andare, verranno realizzate utili funzioni direttamente disponibili all’interno di Maps, anche se inizi la navigazione direttamente da questa app.

A quanto pare l’erede di Android Auto non era l’Auto Mode di Google Assistant. Gli utenti con dispositivi griffati dal Robottino Verde, dovranno farsene una ragione. Tant’è.