Smartphone: se smetti di farlo a casa il risultato è eccezionale | Il risparmio è immediato

Risparmio è diventata la parola d’ordine per milioni di italiani da ormai qualche settimana. Esiste un comodo trucco che vi permetterà di annullare i costi di ricarica del vostro smartphone, con un risparmio assicurato a fine mese

Tra caro bollette e crisi economica, un po’ chiunque in Italia si sta ritrovando a dover fare i conti con spese sempre più alte e costi che vanno contenuti il più possibile. In questo senso, anche la minima azione può portare ad un risparmio molto alto.

Bollette (Web Source)
Bollette (Web Source)

Parlando nello specifico di bolletta della luce, lo smartphone può portare ad importanti costi. Avete mai pensato a quanto può influire a fine mese la ricarica della batteria del telefono? Non sembra, ma i consumi sono piuttosto alti. Ma non disperate, perché c’è un trucchetto semplice e veloce che vi permetterà di avere più soldi a fine mesi nel portafoglio.

Come risparmiare sui costi di ricarica dello smartphone

Almeno una volta al giorno, lo smartphone va messo sotto carica per avere la batteria al 100%. Soprattutto se si è soliti utilizzarlo spesso, che sia per lavoro o semplicemente per navigare sui social e rispondere ai messaggi.

ricarica smartphone 20221020 cellulari.it
Si tratta di soluzioni green ed incredibilmente efficaci, senza dover spendere un euro (Unsplash)

Una pratica che va inevitabilmente ad influire sui costi della bolletta a fine mese, in particolare nel periodo storico che stiamo vivendo. Basti pensare che, secondo recenti analisi, si parla di 3 euro in media da tenere in considerazione. Con i prezzi che variano però anche in base alle fasce orarie. Dalle ore 8 alle ore 19 di tutti i giorni feriali, infatti, la richiesta di energia elettrica aumenta, e dunque anche il costo.

Ma sapevate che esistono alcuni semplici metodi per ottenere una ricarica completa a costo zero? Il primo di cui vi parliamo è Siva Cycle Atom. Si tratta di un piccolo device da inserire sulla ruota posteriore della propria bicicletta. Si potrà così convertire l’energia cinetica in quella elettrica, così da caricare la batteria pedalando.

Ci sono poi alcuni caricabatterie green, che funzionano grazie ad alcuni pannelli solari su uno dei lati. Mettetelo al sole e il gioco sarà fatto. Ma anche fasce che, attaccate al corpo, forniscono energia elettrica… ballando! Sono tutte soluzioni assolutamente gratuite, che fanno bene all’ambiente e soprattutto al vostro portafogli. Niente più costi in bolletta e smartphone sempre carico, il giusto connubio.