Smartphone più costosi di sempre: cifre da capogiro per le versioni lussuose ed esclusive

Il mercato è pieno di dispositivi da più di mille euro, ma se pensate che tale cifra sia esagerata, guardate gli smartphone più costosi di sempre, tra iPhone e vecchi telefoni alla ricerca del lusso sfrenato ed esclusività

Smartphone più costosi
Un lussuoso modello di smartphone realizzato da Vertu (Screenshot Vertu)

Gli iPhone hanno notoriamente un prezzo di vendita piuttosto impegnativo, anche se negli anni abbiamo assistito ad un moltiplicarsi di alternative capaci di sfondare il tetto psicologico e fisiologico dei mille euro: pensiamo ad esempio al Galaxy Z Fold 3, all’Oppo Find X3 Pro e allo Xiaomi Mi 11 Ultra, tanto per citare alcuni dei migliori dispositivi attualmente presenti sul mercato.

L’evoluzione dei moderni telefoni e il miglioramento in alcuni comparti (l’estetica e le fotocamere in primo luogo) ha insomma messo in penombra l’etichetta dell’iPhone come lo smartphone più costoso in circolazione. Se ciò è vero in senso generale, non lo è se si guardano alcune particolarissime versioni del “melafonino” che si rincorrono ormai da diverso tempo, strizzando l’occhio a sceicchi o semplicemente utenti dal portafoglio così capiente da potersi permettere un dispositivo unico nel suo genere.

In questi casi, l’unico cambiamento è di tipo estetico: a fronte di una scheda tecnica pressoché immutata, le versioni esclusive degli iPhone possono fregiarsi di materiali e rifiniture di altissimo pregio, a tal punto da poter essere scambiati od equiparati a veri e propri gioielli. Ve ne citiamo qualcuno, a testimonianza di come tale fenomeno sia ormai radicato nel tempo, per quanto poco diffuso tra i comuni mortali.

Ad aprire il fenomeno fu l’iPhone 4S Elite Gold, prezzato sul mercato circa sette milioni di euro: tanto valeva l’inserimento di oltre 500 diamanti sparsi lungo il perimetro della scocca in platino, contornati per l’occasione dal logo Apple realizzato con diamanti a 24 carati. Uno smartphone esagerato, prodotto soltanto in due esemplari e con un valore a posteriori certamente altissimo, nonostante la vetusta scheda tecnica del dispositivo.

Segue a ruota l’iPhone 5 Black Diamond, ancora ad oggi lo smartphone più costoso mai realizzato. Frutto del meticoloso lavoro del designer Stuart Hughes, può fregiarsi di una valutazione commerciale che sfonda i dieci milioni di dollari. Il motivo? Il mix di diamanti e oro massiccio impiegati sull’intera scocca, con il tasto home (non ancora Touch ID, lo ricordiamo) realizzato con un unico diamante nero da 26 carati.  E poi c’è l’iPhone 6 Amosu Call Of Diamond. Per accaparrarsi l’unico modello presente sul mercato è richiesta una cifra vicina ai due milioni di euro, motivata anche in questo caso dalla finitura oro e dall’impiego di 6.000 diamanti di piccole dimensioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ecco cosa fare se hai perso l’iPhone o lo smartphone Android

I cellulari più lussuosi di sempre: meno smart, più esclusività

smartphone più costosi
Il telefono Vertu Signature Cobra (Screenshot)

Abbiamo parlato finora degli smartphone di Apple, riportando alcune esclusive versioni impreziosite (è proprio il caso di dirlo) da materiali nobili ed esclusivi. Eppure, il mercato mobile offre spazio a qualche alternativa di analogo spessore. Pensiamo al GoldVish Le Million, il telefono svizzero dal valore di un milione di euro utilizzato soltanto per chiamare e mandare messaggi, trattandosi appunto di un cellulare vecchio stampo. Oppure ancora, il Gresso Luxor Las Vegas Jackpot, il telefono costruito completamente in legno e con inserti di zaffiro a contornare i diciassette tasti che lo compongono: la sua quotazione si aggira a quasi un milione di euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Apple vuole lanciare un iPhone di fascia medio-bassa: come potrebbe essere

Chi vuol spendere meno potrà guardare al Vertu Signature Cobra, disponibile soltanto in otto esemplari: costa “solo” 300.000 euro e può fregiarsi di una “collana” di diamanti incastonata nella parte inferiore del cellulare. Anche in questo caso manca tutta la parte smart, soppesata dall’unicità di un vero e proprio gioiello tascabile.